Obiettivi. Scopo dello studio è valutare l’efficacia della vertebroplastica e della cifoplastica nel migliorare la qualità della vita in pazienti con fratture vertebrali da compressione (VCFs) osteoporotiche. Materiali e metodi. Il dolore derivante da una VCFs osteoporotica può essere un serio problema per il paziente e per i familiari causa il peggioramento della qualità della vita e della funzionalità fisica. Abbiamo trattato 69 VCFs osteoporotiche mediante 26 cifoplastiche e 43 vertebroplastiche in 54 pazienti. I risultati sono stati valutati confrontando i punteggi dell’SF- 36 e della VAS dolore pre-operatori con quelli dell’ultimo controllo clinico. Risultati. Abbiamo osservato un miglioramento nei punteggi dell’SF-36 e un decremento della VAS statisticamente significativi per entrambe le procedure, riportando un 7,6% di stravasi nelle cifoplastiche e un 13,9% nelle vertebroplastiche, senza conseguenze cliniche rilevanti. Conclusione. Vertebroplastica e cifoplastica, eseguite in pazienti selezionati con dolore derivante da VCFs, possono essere una valida alternativa ai tradizionali approcci terapeutici. Entrambe migliorano la funzionalità fisica e riducono il dolore. I vantaggi della vertebroplastica consistono nella rapidità di esecuzione e nei costi relativamente contenuti, la cifoplastica, che comporta tempi e costi superiori, offre il vantaggio di ripristinare, almeno in parte, l’allineamento della colonna se effettuata entro 6-8 settimane dalla frattura.

Qualità della vita dopo vertebro e cifoplastica per il trattamento delle fratture vertebrali osteoporotiche da compressione

MASSARI, Leo;CARUSO, Gaetano;PAGANELLI, Massimo;KIOKIA, Eleni;ARTIOLI, Francesca
2006

Abstract

Obiettivi. Scopo dello studio è valutare l’efficacia della vertebroplastica e della cifoplastica nel migliorare la qualità della vita in pazienti con fratture vertebrali da compressione (VCFs) osteoporotiche. Materiali e metodi. Il dolore derivante da una VCFs osteoporotica può essere un serio problema per il paziente e per i familiari causa il peggioramento della qualità della vita e della funzionalità fisica. Abbiamo trattato 69 VCFs osteoporotiche mediante 26 cifoplastiche e 43 vertebroplastiche in 54 pazienti. I risultati sono stati valutati confrontando i punteggi dell’SF- 36 e della VAS dolore pre-operatori con quelli dell’ultimo controllo clinico. Risultati. Abbiamo osservato un miglioramento nei punteggi dell’SF-36 e un decremento della VAS statisticamente significativi per entrambe le procedure, riportando un 7,6% di stravasi nelle cifoplastiche e un 13,9% nelle vertebroplastiche, senza conseguenze cliniche rilevanti. Conclusione. Vertebroplastica e cifoplastica, eseguite in pazienti selezionati con dolore derivante da VCFs, possono essere una valida alternativa ai tradizionali approcci terapeutici. Entrambe migliorano la funzionalità fisica e riducono il dolore. I vantaggi della vertebroplastica consistono nella rapidità di esecuzione e nei costi relativamente contenuti, la cifoplastica, che comporta tempi e costi superiori, offre il vantaggio di ripristinare, almeno in parte, l’allineamento della colonna se effettuata entro 6-8 settimane dalla frattura.
Massari, Leo; Caruso, Gaetano; Paganelli, Massimo; Kiokia, Eleni; Artioli, Francesca
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/525733
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact