L’a., nel ripercorrere i punti oscuri dell’istituto del parto anonimo, anche alla luce dei numerosi arresti giurisprudenziali che ne hanno precisato e mitigato gli effetti, si sofferma in particolar modo ad analizzare le problematiche relative all’interpello della madre incapace da parte dell’adottato.

L’incapacità non affievolisce il diritto all’oblio della donna che abbia partorito nell’anonimato

Maria Novella Bugetti
2023

Abstract

L’a., nel ripercorrere i punti oscuri dell’istituto del parto anonimo, anche alla luce dei numerosi arresti giurisprudenziali che ne hanno precisato e mitigato gli effetti, si sofferma in particolar modo ad analizzare le problematiche relative all’interpello della madre incapace da parte dell’adottato.
2023
Bugetti, Maria Novella
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
legaleDoc_i11023629_GIURIT_00142441_2023_01_0053_PDF.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 189.64 kB
Formato Adobe PDF
189.64 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2531279
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact