L’Autrice, nel ripercorrere le molteplici questioni sottese alla decisione in commento, evidenzia come si ponga in contrasto con un’interpretazione sistematica della disciplina del parto anoni mo la estensione dei suoi effetti fino ad escludere che il figlio che in concreto conosca l’identità della madre possa agire per l’accertamento giudiziale della genitorialità nei suoi confronti ex art. 269 c.c. ovvero per il mantenimento ex art. 279 c.c.

Sull'esperibilità delle azioni ex artt. 269 e 279 c.c. nei confronti della madre che abbia partorito nell'anonimato

M.N. Bugetti
2016

Abstract

L’Autrice, nel ripercorrere le molteplici questioni sottese alla decisione in commento, evidenzia come si ponga in contrasto con un’interpretazione sistematica della disciplina del parto anoni mo la estensione dei suoi effetti fino ad escludere che il figlio che in concreto conosca l’identità della madre possa agire per l’accertamento giudiziale della genitorialità nei suoi confronti ex art. 269 c.c. ovvero per il mantenimento ex art. 279 c.c.
parto anonimo
accertamento della maternità
azione per il mantenimento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2496244
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact