Consapevoli che nei meandri della Rete i minori (così come gli adulti) possono perdere il controllo non solo dei loro dati personali, ma anche della loro dignità, le curatrici – Arianna Thiene (Dipartimento di Giurisprudenza) ed Elena Marescotti (Dipartimento di Studi Umanistici) – hanno promosso una ricerca interdisciplinare finalizzata ad indagare le più recenti iniziative adottate al fine di arginare i rischi provenienti da Internet per i diritti dei bambini e dei ragazzi. Lo studio – pubblicato pressoché contestualmente all’entrata in vigore della Legge n. 71/2017 per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo – raccoglie, con ricchezza di prospettive provenienti da un dibattito che trascende i confini del nostro Paese, riflessioni giuridiche e pedagogiche volte ad aiutare i lettori (in primis insegnanti, educatori, dirigenti scolastici, genitori) ad orientarsi nell’intricato universo normativo relativo ai diritti e alle libertà dei minori. Grazie ad un approccio scevro da pregiudizi, è emersa l’importanza del ruolo della Famiglia e della Scuola per un’educazione digitale che metta in luce le potenzialità della Rete come fonte di opportunità, di accesso al sapere, di comunicazione, di sviluppo delle competenze e delle relazioni sociali. Questa discussione delle idee – resa possibile grazie al contributo puntuale e generoso di studiosi di tutta Italia e non solo – ha coinvolto competenze e saperi diversi, tutti necessari per fornire un quadro critico, ma allo stesso tempo propositivo. L’indagine è stata impreziosita da ricerche empiriche che hanno investito tutti i gradi del sistema scolastico e da recensioni di testi che sembrava doveroso segnalare per sollecitare una riflessione sulla privacy, come intuizione di fondo dell’esistenza.

La scuola al tempo dei social network

THIENE, Arianna;MARESCOTTI, Elena
2017

Abstract

Consapevoli che nei meandri della Rete i minori (così come gli adulti) possono perdere il controllo non solo dei loro dati personali, ma anche della loro dignità, le curatrici – Arianna Thiene (Dipartimento di Giurisprudenza) ed Elena Marescotti (Dipartimento di Studi Umanistici) – hanno promosso una ricerca interdisciplinare finalizzata ad indagare le più recenti iniziative adottate al fine di arginare i rischi provenienti da Internet per i diritti dei bambini e dei ragazzi. Lo studio – pubblicato pressoché contestualmente all’entrata in vigore della Legge n. 71/2017 per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo – raccoglie, con ricchezza di prospettive provenienti da un dibattito che trascende i confini del nostro Paese, riflessioni giuridiche e pedagogiche volte ad aiutare i lettori (in primis insegnanti, educatori, dirigenti scolastici, genitori) ad orientarsi nell’intricato universo normativo relativo ai diritti e alle libertà dei minori. Grazie ad un approccio scevro da pregiudizi, è emersa l’importanza del ruolo della Famiglia e della Scuola per un’educazione digitale che metta in luce le potenzialità della Rete come fonte di opportunità, di accesso al sapere, di comunicazione, di sviluppo delle competenze e delle relazioni sociali. Questa discussione delle idee – resa possibile grazie al contributo puntuale e generoso di studiosi di tutta Italia e non solo – ha coinvolto competenze e saperi diversi, tutti necessari per fornire un quadro critico, ma allo stesso tempo propositivo. L’indagine è stata impreziosita da ricerche empiriche che hanno investito tutti i gradi del sistema scolastico e da recensioni di testi che sembrava doveroso segnalare per sollecitare una riflessione sulla privacy, come intuizione di fondo dell’esistenza.
Social network, scuola, famiglia, diritto, educazione digitale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La Scuola al tempo dei social network a cura di Thiene e Marescotti.pdf

accesso aperto

Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 7.15 MB
Formato Adobe PDF
7.15 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2373028
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact