Le vibrazioni indotte da azioni esterne frequenti (terremoti leggeri, traffico, cantieri, ecc.) sugli edifici murari raramente incidono pericolosamente sulla sua struttura, ma possono essere pericolose per gli elementi di pregio in essi contenuti (intonaci, stucchi, affreschi, capitelli, statue, ecc.). Le norme attuali (UNI-9614 e 9916) forniscono livelli di vibrazione massimi tarati solo sugli elementi strutturali, e non sulle finiture. Le ultime norme tecniche per il patrimonio culturale (DPCM 9/2/2011) hanno invece introdotto lo Stato Limite di Danno ai beni Artistici senza però fornire indicazioni sui corrispondenti livelli tollerabili di vibrazione. Il progetto prevedelo sviluppo di una procedura integrata che attraverso il monitoraggio vibrazionale di edifici storici della provincia di Ferrara sia in grado di: - acquisire, nell’arco di lunghi periodi, misure di vibrazione in prossimità di elementi artistici e di pregio contenuti in edifici storici soggetti quotidianamente ad azioni dinamiche; - ricavare informazioni sullo stato di salute di tali elementi dal confronto delle misure rilevate con l’evolversi del quadro fessurativo; - costruire una rete neurale in grado di stabilire, nota la vibrazione in atto, il livello di danno associato e quindi i tipi di vibrazione più pericolosi. Il progetto si avvale inoltre del coinvolgimento della LIFE s.r.l. con sede in Ferrara che fornisce i sensori necessari per il monitoraggio.

MOnitoraggio INtelligente di beni Artistici MOINA

MALLARDO, Vincenzo
2016

Abstract

Le vibrazioni indotte da azioni esterne frequenti (terremoti leggeri, traffico, cantieri, ecc.) sugli edifici murari raramente incidono pericolosamente sulla sua struttura, ma possono essere pericolose per gli elementi di pregio in essi contenuti (intonaci, stucchi, affreschi, capitelli, statue, ecc.). Le norme attuali (UNI-9614 e 9916) forniscono livelli di vibrazione massimi tarati solo sugli elementi strutturali, e non sulle finiture. Le ultime norme tecniche per il patrimonio culturale (DPCM 9/2/2011) hanno invece introdotto lo Stato Limite di Danno ai beni Artistici senza però fornire indicazioni sui corrispondenti livelli tollerabili di vibrazione. Il progetto prevedelo sviluppo di una procedura integrata che attraverso il monitoraggio vibrazionale di edifici storici della provincia di Ferrara sia in grado di: - acquisire, nell’arco di lunghi periodi, misure di vibrazione in prossimità di elementi artistici e di pregio contenuti in edifici storici soggetti quotidianamente ad azioni dinamiche; - ricavare informazioni sullo stato di salute di tali elementi dal confronto delle misure rilevate con l’evolversi del quadro fessurativo; - costruire una rete neurale in grado di stabilire, nota la vibrazione in atto, il livello di danno associato e quindi i tipi di vibrazione più pericolosi. Il progetto si avvale inoltre del coinvolgimento della LIFE s.r.l. con sede in Ferrara che fornisce i sensori necessari per il monitoraggio.
2016
Locale (anche progetti interni a UNIFE)
Coordinatore
Mallardo, Vincenzo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2372837
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact