Echi dal passato: il caso di una sepoltura anomala tra tafonomia e archeologia