Persona e educazione: un binomio inscindibile?