Numerose prove sperimentali inerenti le prestazioni acustiche di soluzioni costruttive diffuse in ambito nazionale dimostrano tutt’oggi difficoltà a soddisfare i valori limite dettati dalla normativa italiana, peraltro molto lontani dagli standard qualitativi in vigore in gran parte dei paesi europei, dove si adottano valori limite assai più severi dei nostri. Le procedure di classificazione acustica adottate in questi paesi hanno spesso carattere volontario tale da generare un rapporto di trasparenza con l’utente, e un processo di miglioramento degli standard costruttivi sotto il profilo acustico, che merita di essere analizzato, senza perdere di vista i rapporti qualità/prezzo e livelli di rumore/benessere acustico. La memoria presenta una sintesi di sistemi normativi di classificazione acustica di altri paesi, unitamente ad un’analisi sui risultati sperimentali ottenuti in numerose decine di alloggi realizzati in Italia. L’esame dei dati misurati ha posto in evidenza che il contesto costruttivo nazionale presenta ancora difficoltà nel rispetto dei valori limite dettati dal DPCM 5/12/97, soprattutto per quanto attiene determinate tipologie costruttive e soprattutto in riferimento all’isolamento acustico di facciata.

Il contesto costruttivo italiano rispetto ai sistemi europei di classificazione acustica: analisi di risultati sperimentali in edifici residenziali

FAUSTI, Patrizio;
2008

Abstract

Numerose prove sperimentali inerenti le prestazioni acustiche di soluzioni costruttive diffuse in ambito nazionale dimostrano tutt’oggi difficoltà a soddisfare i valori limite dettati dalla normativa italiana, peraltro molto lontani dagli standard qualitativi in vigore in gran parte dei paesi europei, dove si adottano valori limite assai più severi dei nostri. Le procedure di classificazione acustica adottate in questi paesi hanno spesso carattere volontario tale da generare un rapporto di trasparenza con l’utente, e un processo di miglioramento degli standard costruttivi sotto il profilo acustico, che merita di essere analizzato, senza perdere di vista i rapporti qualità/prezzo e livelli di rumore/benessere acustico. La memoria presenta una sintesi di sistemi normativi di classificazione acustica di altri paesi, unitamente ad un’analisi sui risultati sperimentali ottenuti in numerose decine di alloggi realizzati in Italia. L’esame dei dati misurati ha posto in evidenza che il contesto costruttivo nazionale presenta ancora difficoltà nel rispetto dei valori limite dettati dal DPCM 5/12/97, soprattutto per quanto attiene determinate tipologie costruttive e soprattutto in riferimento all’isolamento acustico di facciata.
9788888942238
classificazione acustica edifici
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/534172
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact