La Consulta “guarda in faccia” gli obblighi internazionali