Il libro, frutto di una ricerca originale e inedita, presenta l'opera di due architetti padovani che, negli anni tra le due guerre, aderiscono al movimento di architettura razionale italiana e poi colaborano intensamente con l'Opera Nazionale Balilla realizzando nel corso di pochi anni numerosi edifici. I temi indagati sono, da un lato, il rapporto tra avanguardia culturale e professione negli anni che vedono, Italia, la nascita della modernità architettonica e della figura dell'architetto professionista; dall'altro, le relazioni con il regime e in particolare con una organizzazione come l'Opera Balilla, attivissima nel ruolo di committente degli architetti.

Francesco Mansutti e Gino Miozzo. Architetture per la gioventù

MULAZZANI, Marco
2005

Abstract

Il libro, frutto di una ricerca originale e inedita, presenta l'opera di due architetti padovani che, negli anni tra le due guerre, aderiscono al movimento di architettura razionale italiana e poi colaborano intensamente con l'Opera Nazionale Balilla realizzando nel corso di pochi anni numerosi edifici. I temi indagati sono, da un lato, il rapporto tra avanguardia culturale e professione negli anni che vedono, Italia, la nascita della modernità architettonica e della figura dell'architetto professionista; dall'altro, le relazioni con il regime e in particolare con una organizzazione come l'Opera Balilla, attivissima nel ruolo di committente degli architetti.
ARCHITETTURA; ITALIA; FASCISMO
9788876240003
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/533981
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact