La tendenza ultima dell’architettura contemporanea è la moda: mai come ora l’architettura è moda. Giocare liberamente con le forme, elaborare, alla base di archi-tetture anche abbastanza banali, complesse teorie progettuali condite con slogan, per riempire di contenuti e argomenti ciò che di significato contiene molto poco. Una pura composizione formale che nulla ha a che vedere con le persone che la utilizzeranno. Tuttavia gli edifici parlano, e parlano di argomenti che si possono facilmente compren-dere. Possono parlare di disponibilità o arroganza, di accoglienza o di minaccia, di nostalgia del passato o di predisposizione al futuro.

Il senso dell'ospitalità

RINALDI, Andrea
2008

Abstract

La tendenza ultima dell’architettura contemporanea è la moda: mai come ora l’architettura è moda. Giocare liberamente con le forme, elaborare, alla base di archi-tetture anche abbastanza banali, complesse teorie progettuali condite con slogan, per riempire di contenuti e argomenti ciò che di significato contiene molto poco. Una pura composizione formale che nulla ha a che vedere con le persone che la utilizzeranno. Tuttavia gli edifici parlano, e parlano di argomenti che si possono facilmente compren-dere. Possono parlare di disponibilità o arroganza, di accoglienza o di minaccia, di nostalgia del passato o di predisposizione al futuro.
Rinaldi, Andrea
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/533883
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact