Scopo principale dello studio che ci proponiamo di svolgere nel II anno del progetto è quello di continuare la raccolta dei campioni per effettuare un’ampia analisi dell’espressione dei recettori A3 in: 1) campioni di tessuto tumorale colorettale e corrispondente mucosa sana prelevata vicino (2 cm) e lontano (10 cm) dal tumore e adenomi con severa displasia ottenuti da pazienti sottoposti ad asportazione chirurgica del tumore colorettale; adenomi di piccole dimensioni rimossi endoscopicamente; mucosa sana ottenuta da pazienti che saranno operati per patologie, non di natura tumorale, a livello dell’intestino. I campioni di tessuto ottenuti da pazienti ad un diverso stadio della sequenza adenoma-carcinoma colorettale saranno utili per investigare se lo stato dei recettori adenosinici possa riflettere una progressione nella malignità della patologia. 2) linfociti, monociti e neutrofili isolati dal sangue periferico ottenuto da un elevato numero di pazienti affetti da cancro colorettale e da soggetti volontari sani. In generale le proteine che sono sovraespresse sono quelle che promuovono lo sviluppo del tumore, mentre le proteine che ne inibiscono la crescita sono generalmente sottoespresse. Quindi è possibile ipotizzare che una alterata regolazione dell’espressione e/o della funzione dei recettori adenosinici possa svolgere un ruolo importante nei tumori giustificando così la necessità di ulteriori studi finalizzati a definire eventuali correlazioni fra questi recettori e la tumorigenesi. Inoltre, nell’ultima fase del progetto, oltre ad effettuare gli esperimenti descritti nelle fasi precedenti, effettueremo una serie di esperimenti volti a verificare se le cellule del sangue possono anche costituire un bersaglio utile (in confronto ai tessuti colorettali) per monitorare nel tempo, a livello periferico, alterazioni legate alla patologia.

progetto ex 60%- I recettori dell’adenosina come possibili “biomarkers” dei tumori colorettali. Studio su tessuti umani sani e tumorali e sulle cellule del sangue periferico.

BOREA, Pier Andrea
2005

Abstract

Scopo principale dello studio che ci proponiamo di svolgere nel II anno del progetto è quello di continuare la raccolta dei campioni per effettuare un’ampia analisi dell’espressione dei recettori A3 in: 1) campioni di tessuto tumorale colorettale e corrispondente mucosa sana prelevata vicino (2 cm) e lontano (10 cm) dal tumore e adenomi con severa displasia ottenuti da pazienti sottoposti ad asportazione chirurgica del tumore colorettale; adenomi di piccole dimensioni rimossi endoscopicamente; mucosa sana ottenuta da pazienti che saranno operati per patologie, non di natura tumorale, a livello dell’intestino. I campioni di tessuto ottenuti da pazienti ad un diverso stadio della sequenza adenoma-carcinoma colorettale saranno utili per investigare se lo stato dei recettori adenosinici possa riflettere una progressione nella malignità della patologia. 2) linfociti, monociti e neutrofili isolati dal sangue periferico ottenuto da un elevato numero di pazienti affetti da cancro colorettale e da soggetti volontari sani. In generale le proteine che sono sovraespresse sono quelle che promuovono lo sviluppo del tumore, mentre le proteine che ne inibiscono la crescita sono generalmente sottoespresse. Quindi è possibile ipotizzare che una alterata regolazione dell’espressione e/o della funzione dei recettori adenosinici possa svolgere un ruolo importante nei tumori giustificando così la necessità di ulteriori studi finalizzati a definire eventuali correlazioni fra questi recettori e la tumorigenesi. Inoltre, nell’ultima fase del progetto, oltre ad effettuare gli esperimenti descritti nelle fasi precedenti, effettueremo una serie di esperimenti volti a verificare se le cellule del sangue possono anche costituire un bersaglio utile (in confronto ai tessuti colorettali) per monitorare nel tempo, a livello periferico, alterazioni legate alla patologia.
Borea, Pier Andrea
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/523869
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact