Il filo conduttore di questo saggio pone in rilievo le dimensioni estetiche dei processi di costruzione della conoscenza. L’autrice propone un'educazione che affini la sensibilità, sia nel cogliere le relazionalità, ovvero le armonie sottese ai fenomeni, sia nell’allenare lo sguardo a cogliere, individuare il principio della bellezza.

La ragione sensibile

GRAMIGNA, Anita
2006

Abstract

Il filo conduttore di questo saggio pone in rilievo le dimensioni estetiche dei processi di costruzione della conoscenza. L’autrice propone un'educazione che affini la sensibilità, sia nel cogliere le relazionalità, ovvero le armonie sottese ai fenomeni, sia nell’allenare lo sguardo a cogliere, individuare il principio della bellezza.
2006
Gramigna, Anita
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/520580
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact