Con la pronuncia annotata, la Corte di cassazione ha ritenuto infondato il ricorso con cui il Ministero della Giustizia ha impugnato il decreto della Corte l'appello che, ai sensi della l. n. 89/2001 (c.d. legge Pinto), lo condannava a corrispondere ad un soggetto un equo indennizzo per la lesione del diritto ad una definizione in tempo ragionevole della procedura fallimentare aperta a suo carico e protrattasi per ben undici anni. Si osserva, in primo luogo che, contrariamente a quanto sostenuto dal ricorrente, la legge n. 89 cit. prevede che la domanda volta al riconoscimento dell'equo indennizzo può essere proposta anche durante la pendenza del procedimento nell'ambito del quale si assume verificata la violazione. In secondo luogo, si osserva, che la valutazione della complessità del caso, nelle ipotesi in cui l'apparato giudiziario abbia proceduto nel rispetto dell'organizzazione voluta dalla legge, non è comunque idonea ad escludere la colpa dell'Amministrazione convenuta, quindi, il diritto del soggetto all'equo indennizzo.

Equo processo

VIGLIONE, Raffaele
2003

Abstract

Con la pronuncia annotata, la Corte di cassazione ha ritenuto infondato il ricorso con cui il Ministero della Giustizia ha impugnato il decreto della Corte l'appello che, ai sensi della l. n. 89/2001 (c.d. legge Pinto), lo condannava a corrispondere ad un soggetto un equo indennizzo per la lesione del diritto ad una definizione in tempo ragionevole della procedura fallimentare aperta a suo carico e protrattasi per ben undici anni. Si osserva, in primo luogo che, contrariamente a quanto sostenuto dal ricorrente, la legge n. 89 cit. prevede che la domanda volta al riconoscimento dell'equo indennizzo può essere proposta anche durante la pendenza del procedimento nell'ambito del quale si assume verificata la violazione. In secondo luogo, si osserva, che la valutazione della complessità del caso, nelle ipotesi in cui l'apparato giudiziario abbia proceduto nel rispetto dell'organizzazione voluta dalla legge, non è comunque idonea ad escludere la colpa dell'Amministrazione convenuta, quindi, il diritto del soggetto all'equo indennizzo.
2003
DIRITTO PROCESSUALE CIVILE IN GENERALE; Ragionevole durata del processo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/520357
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact