Interventi di housing a Tokyo. L’abitare come spazio del gioco