Una "politica estera" per l'industria italiana. E non solo