L'articolo apre un numero monografico della rivista “Costruire il laterizio”che tratta degli edifici per lo spettacolo proponendo un commento al discorso tenuto da Dario Fo all'Accademia delle Scienze di Stoccolma in occasione del conferimento del Nobel. Nel testo dell'articolo si spiega che si è fatta la scelta di dare la parola a un uomo di teatro, poiché conosce dall'interno tutte le esigenze dello spettacolo, così come il progetttista dovrebbe sempre fare quando deve occuparsi di uno specifico caso di lavoro per dare risposte coerenti a coloro che devono vivere e lavorare negli ambienti prefigurati nel progetto. Il commento presenta i passaggi più importanti del discorso e in primo luogo mette in luce il senso che il drammaturgo attribuisce alla finzione scenica, cioè la volontà di suscitare prese di coscienza nel pubblico, di fare comprendere le trappole nelle quali il potere lo stringe per godere di privilegi a sua insaputa. Lasciare nelle persone che partecipano alle rappresentazioni interrogativi forti fa sviluppare la volontà di modificare le situazioni; perciò il teatro ha una funzione morale.

Il teatro

TONI, Michela Maria
1998

Abstract

L'articolo apre un numero monografico della rivista “Costruire il laterizio”che tratta degli edifici per lo spettacolo proponendo un commento al discorso tenuto da Dario Fo all'Accademia delle Scienze di Stoccolma in occasione del conferimento del Nobel. Nel testo dell'articolo si spiega che si è fatta la scelta di dare la parola a un uomo di teatro, poiché conosce dall'interno tutte le esigenze dello spettacolo, così come il progetttista dovrebbe sempre fare quando deve occuparsi di uno specifico caso di lavoro per dare risposte coerenti a coloro che devono vivere e lavorare negli ambienti prefigurati nel progetto. Il commento presenta i passaggi più importanti del discorso e in primo luogo mette in luce il senso che il drammaturgo attribuisce alla finzione scenica, cioè la volontà di suscitare prese di coscienza nel pubblico, di fare comprendere le trappole nelle quali il potere lo stringe per godere di privilegi a sua insaputa. Lasciare nelle persone che partecipano alle rappresentazioni interrogativi forti fa sviluppare la volontà di modificare le situazioni; perciò il teatro ha una funzione morale.
1998
Toni, Michela Maria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/463283
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact