Now in its second year, the Summer School After the Damages not only confirms and strengthens the Higher Education project on the management of disaster or calamitous events and their impact on the built environment, but launches an International Academy aimed at promoting an interdisciplinary and integrated approach through a range of events. In addition to the annual intensive course, different events have been organised to address and disseminate the various topics of the Academy to a wide audience, both in a popular and scientific way: Winter Focus, Spring Focus, Talks, seminars and an international award are the communication formats and events periodically developed. The set of scientific contents addressed remains holistic and interdisciplinary, and includes climate change, risk reduction solutions, participatory governance tools, strategies for environmental protection, social and economic resilience. Particular attention is given to the documentation of the existing assets, through integrated diagnostic survey, digitisation and modelling of complex systems, monitoring and tools for an aware design applied to heritage conservation. The project brings together Italian and international experts as lecturers and members of the Scientific and Technical-Scientific Committees, including some members of the Unione Italiana Disegno, who have contributed to the heritage documentation issues.

Giunta alla sua seconda edizione, la Summer School After the Damages non solo conferma e consolida il progetto di Alta Formazione sulla gestione degli eventi catastrofici o calamitosi e il loro impatto sull’ambiente costruito, ma lancia una Academy internazionale volta a promuovere un approccio interdisciplinare e integrato attraverso una serie di eventi. Oltre all’appuntamento annuale in forma di corso intensivo, sono stati infatti organizzati diversi eventi per affrontare e diffondere le varie tematiche dell'Academy a un pubblico ampio, sia in modo divulgativo che scientifico: Winter Focus, Spring Focus, Talks, seminari e un premio internazionale, sono le formule di comunicazione e gli eventi sviluppati a cadenza periodica. L'insieme dei contenuti scientifici affrontati resta olistico e interdisciplinare, e include il cambiamento climatico, soluzioni per la riduzione del rischio, strumenti di governance partecipativa, strategie per la salvaguardia dell’ambiente, resilienza sociale ed economica. Particolare attenzione è posta alla documentazione dell’esistente, tramite rilievo diagnostico integrato, digitalizzazione e modellazione di sistemi complessi, monitoraggio e strumenti per una progettazione consapevole applicata alla conservazione del patrimonio. Il progetto riunisce esperti italiani e internazionali con il ruolo di docenti e componenti del comitato scientifico e di quello tecnico-scientifico tra i quali alcuni membri che afferiscono alla Unione Italiana Disegno, che hanno portato il loro contributo sotto l’aspetto della documentazione del patrimonio.

After the Damages. Il progetto di formazione diventa Academy internazionale sulla gestione del rischio

Maietti, Federica
Writing – Original Draft Preparation
2021

Abstract

Giunta alla sua seconda edizione, la Summer School After the Damages non solo conferma e consolida il progetto di Alta Formazione sulla gestione degli eventi catastrofici o calamitosi e il loro impatto sull’ambiente costruito, ma lancia una Academy internazionale volta a promuovere un approccio interdisciplinare e integrato attraverso una serie di eventi. Oltre all’appuntamento annuale in forma di corso intensivo, sono stati infatti organizzati diversi eventi per affrontare e diffondere le varie tematiche dell'Academy a un pubblico ampio, sia in modo divulgativo che scientifico: Winter Focus, Spring Focus, Talks, seminari e un premio internazionale, sono le formule di comunicazione e gli eventi sviluppati a cadenza periodica. L'insieme dei contenuti scientifici affrontati resta olistico e interdisciplinare, e include il cambiamento climatico, soluzioni per la riduzione del rischio, strumenti di governance partecipativa, strategie per la salvaguardia dell’ambiente, resilienza sociale ed economica. Particolare attenzione è posta alla documentazione dell’esistente, tramite rilievo diagnostico integrato, digitalizzazione e modellazione di sistemi complessi, monitoraggio e strumenti per una progettazione consapevole applicata alla conservazione del patrimonio. Il progetto riunisce esperti italiani e internazionali con il ruolo di docenti e componenti del comitato scientifico e di quello tecnico-scientifico tra i quali alcuni membri che afferiscono alla Unione Italiana Disegno, che hanno portato il loro contributo sotto l’aspetto della documentazione del patrimonio.
Maietti, Federica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2470975
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact