Monte Avena (1450 m s.l.m., Belluno, Italia) è un’altura localizzata all’estremità occidentale delle Dolomiti Bellunesi. Nella sua zona sommitale, in località Campon (1430 m s.l.m.), si trova il noto sito archeologico che, a seguito degli scavi svoltisi durante gli anni Ottanta e nel 2016, ha restituito numerosi manufatti litici legati all’attività di scheggiatura. Questa testimonianza antropica si configura in associazione a un affioramento siliceo che caratterizza il substrato calcareo presente nel sito, permettendo altresì di attestare la frequentazione della zona già a partire dal Paleolitico medio. Lo studio dell’insieme litico del Taglio IV (concentrazione I e II) documentato nella campagna di scavo del 2016 ha permesso di riconoscere alcune caratteristiche tecno-tipologiche congruenti con le prime fasi del Paleolitico superiore (Aurignaziano lato sensu) e coerenti con le ricerche svolte negli anni Ottanta del secolo scorso. Inoltre, lo studio ha contribuito a ricostruire le funzionalità primarie del sito, quale campo di approvvigionamento e di officina litica, connettendolo a un sistema di mobilità di tipo logistico. L’individuazione dei prodotti preferenziali ha consentito di connettere il sito di Monte Avena, da un punto di vista economico, a una dimensione venatoria, nonché di ipotizzare le tipologie di attività connesse al paleoambiente circostante.

Analisi tecnologica di una concentrazione litica nel sito aurignaziano di Campon di Monte Avena (BL).

Davide Delpiano
Formal Analysis
;
Marco Peresani
Conceptualization
2021

Abstract

Monte Avena (1450 m s.l.m., Belluno, Italia) è un’altura localizzata all’estremità occidentale delle Dolomiti Bellunesi. Nella sua zona sommitale, in località Campon (1430 m s.l.m.), si trova il noto sito archeologico che, a seguito degli scavi svoltisi durante gli anni Ottanta e nel 2016, ha restituito numerosi manufatti litici legati all’attività di scheggiatura. Questa testimonianza antropica si configura in associazione a un affioramento siliceo che caratterizza il substrato calcareo presente nel sito, permettendo altresì di attestare la frequentazione della zona già a partire dal Paleolitico medio. Lo studio dell’insieme litico del Taglio IV (concentrazione I e II) documentato nella campagna di scavo del 2016 ha permesso di riconoscere alcune caratteristiche tecno-tipologiche congruenti con le prime fasi del Paleolitico superiore (Aurignaziano lato sensu) e coerenti con le ricerche svolte negli anni Ottanta del secolo scorso. Inoltre, lo studio ha contribuito a ricostruire le funzionalità primarie del sito, quale campo di approvvigionamento e di officina litica, connettendolo a un sistema di mobilità di tipo logistico. L’individuazione dei prodotti preferenziali ha consentito di connettere il sito di Monte Avena, da un punto di vista economico, a una dimensione venatoria, nonché di ipotizzare le tipologie di attività connesse al paleoambiente circostante.
De Caro, Dalila; Delpiano, Davide; Peresani, Marco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2468477
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact