Cigarette smoke stands among the most toxic environmental pollutants and is composed of thousands of chemicals including polycyclic aromatic hydrocarbons (PAHs). Despite restrict cigarette smoking ban in indoor or some outdoor locations, the risk of non-smokers to be exposed to environmental cigarette smoke is not yet eliminated. Beside the well-known effects of cigarette smoke to the respiratory and cardiovascular systems, a growing literature has shown during the last three decades its noxious effects also on cutaneous tissues. Being the largest organ as well as the interface between the outer environment and the body, human skin acts as a natural shield which is continuously exposed to harmful exogenous agents. Thus, a prolonged and/or repetitive exposure to significant levels of toxic smoke pollutants may have detrimental effects on the cutaneous tissue by disrupting the epidermal barrier function and by exacerbating inflammatory skin disorders (i.e. psoriasis, atopic dermatitis). With the development of very complex skin tissue models and sophisticated cigarette smoke exposure systems it has become important to better understand the toxicity pathways induced by smoke pollutants in more realistic laboratory conditions to find solutions for counteracting their effects. This doctoral thesis provides first a state of the art on the skin models currently available to study cigarette smoke exposure, the reported deleterious effects induced by CS in skin, as well as the inflammatory skin pathologies potentially induced and/or exacerbated by cigarette smoke exposure. This study consists in investigating and providing further insight in the mechanical pathways involved in CS-induced toxicity in a 3D in vitro skin models, a well-characterized reconstructed human epidermis (RHE). As a first stage of the study, the reconstructed human epidermal model (RHE) will be fully characterized and validated as the main in vitro biological target, secondly it will focus on the implementation and optimization of the exposure conditions of cigarette smoke. Once both the skin model and the exposure conditions have been validated, markers of oxidative stress and inflammation can be assessed to relate pathways activated by the skin epithelial cells as a defense strategy against CS exposure. With this knowledge, therapeutic solutions may be developed targeting the altered markers, hence counteracting the detrimental impact. Finally, the reconstructed skin model was used to screen protective solutions against air pollutants such as cigarette smoke.

Il fumo di sigaretta è uno degli inquinanti ambientali più tossici ed è composto da migliaia di sostanze chimiche, compresi gli idrocarburi policiclici aromatici (PAHs). Nonostante il divieto di fumare in ambienti interni o anche in alcuni luoghi all’aperto, il rischio che i non fumatori siano esposti al fumo di sigaretta non è ancora stato eliminato. Oltre ai ben noti effetti del fumo di sigaretta sul sistema respiratorio e cardiovascolare, negli ultimi decenni un crescente numero di lavori scientifici ha dimostrato i suoi effetti tossici anche sui tessuti cutanei. Essendo la pelle l'organo più grande del nostro organismo e trovandosi all'interfaccia tra l'ambiente esterno ed interno, agisce come uno scudo naturale che è continuamente esposto ad agenti esogeni dannosi. Quindi, un’esposizione prolungata e/o reiterata a livelli significativi di fumo di sigaretta può avere effetti deleteri sul tessuto cutaneo alterando la sua principale funzione di barriera e aggravando preesistenti patologie infiammatorie (ad es. psoriasi, dermatite atopica). Attraverso lo sviluppo di modelli di tessuti cutanei sempre più sofisticati e di specifici sistemi di esposizione al fumo di sigaretta è aumentata la necessità di comprendere nel dettaglio i pathways intracellulari attivati dall’esposizione ai diversi inquinanti contenuti nel fumo di sigaretta in condizioni di laboratorio sempre più vicine a quelle realistiche, con lo scopo di trovare soluzioni per contrastare tali effetti tossici. Questa tesi di dottorato fornisce innanzitutto una dettagliata analisi sullo stato dell'arte riguardo ai modelli di pelle attualmente disponibili per studiare l'esposizione al fumo di sigaretta, agli effetti deleteri sulla pelle indotti dal fumo di sigaretta, nonché riguardo alle patologie infiammatorie del tessuto cutaneo potenzialmente indotte e/o aggravate dall'esposizione a questo agente tossico. Questo studio fornisce importanti e innovative informazioni sui meccanismi coinvolti nella tossicità indotta da fumo di sigaretta in un modello di pelle 3D: gli RHE, epidermide umana ricostruita in vitro. Durante la prima fase dello studio, il modello epidermico umano ricostruito (RHE) sarà caratterizzato e convalidato come il principale bersaglio biologico in vitro dell’azione dell’agente tossico; successivamente, lo studio si concentrerà sulla realizzazione e l'ottimizzazione di un sistema di esposizione al fumo di sigaretta ben controllato e che rappresenti quanto più possibile la situazione reale delle condizioni alle quali normalmente la pelle è esposta. Una volta convalidati sia il modello sperimentale che le condizioni di esposizione, si passerà all’analisi dei marcatori di stress ossidativo e infiammazione per cercare di mettere in evidenza le vie attivate dalle cellule epidermiche come strategia di difesa contro l'esposizione al fumo di sigaretta. Attraverso queste conoscenze, sarà possibile ipotizzare specifiche soluzioni terapeutiche mirate al controllo dei pathways coinvolti, con lo scopo ultimo di ripristinare l’alterata omeostasi cutanea.

In vitro assessment of the impact of CS on skin

PRIEUX, Roxane Floriane Sandra
2021

Abstract

Il fumo di sigaretta è uno degli inquinanti ambientali più tossici ed è composto da migliaia di sostanze chimiche, compresi gli idrocarburi policiclici aromatici (PAHs). Nonostante il divieto di fumare in ambienti interni o anche in alcuni luoghi all’aperto, il rischio che i non fumatori siano esposti al fumo di sigaretta non è ancora stato eliminato. Oltre ai ben noti effetti del fumo di sigaretta sul sistema respiratorio e cardiovascolare, negli ultimi decenni un crescente numero di lavori scientifici ha dimostrato i suoi effetti tossici anche sui tessuti cutanei. Essendo la pelle l'organo più grande del nostro organismo e trovandosi all'interfaccia tra l'ambiente esterno ed interno, agisce come uno scudo naturale che è continuamente esposto ad agenti esogeni dannosi. Quindi, un’esposizione prolungata e/o reiterata a livelli significativi di fumo di sigaretta può avere effetti deleteri sul tessuto cutaneo alterando la sua principale funzione di barriera e aggravando preesistenti patologie infiammatorie (ad es. psoriasi, dermatite atopica). Attraverso lo sviluppo di modelli di tessuti cutanei sempre più sofisticati e di specifici sistemi di esposizione al fumo di sigaretta è aumentata la necessità di comprendere nel dettaglio i pathways intracellulari attivati dall’esposizione ai diversi inquinanti contenuti nel fumo di sigaretta in condizioni di laboratorio sempre più vicine a quelle realistiche, con lo scopo di trovare soluzioni per contrastare tali effetti tossici. Questa tesi di dottorato fornisce innanzitutto una dettagliata analisi sullo stato dell'arte riguardo ai modelli di pelle attualmente disponibili per studiare l'esposizione al fumo di sigaretta, agli effetti deleteri sulla pelle indotti dal fumo di sigaretta, nonché riguardo alle patologie infiammatorie del tessuto cutaneo potenzialmente indotte e/o aggravate dall'esposizione a questo agente tossico. Questo studio fornisce importanti e innovative informazioni sui meccanismi coinvolti nella tossicità indotta da fumo di sigaretta in un modello di pelle 3D: gli RHE, epidermide umana ricostruita in vitro. Durante la prima fase dello studio, il modello epidermico umano ricostruito (RHE) sarà caratterizzato e convalidato come il principale bersaglio biologico in vitro dell’azione dell’agente tossico; successivamente, lo studio si concentrerà sulla realizzazione e l'ottimizzazione di un sistema di esposizione al fumo di sigaretta ben controllato e che rappresenti quanto più possibile la situazione reale delle condizioni alle quali normalmente la pelle è esposta. Una volta convalidati sia il modello sperimentale che le condizioni di esposizione, si passerà all’analisi dei marcatori di stress ossidativo e infiammazione per cercare di mettere in evidenza le vie attivate dalle cellule epidermiche come strategia di difesa contro l'esposizione al fumo di sigaretta. Attraverso queste conoscenze, sarà possibile ipotizzare specifiche soluzioni terapeutiche mirate al controllo dei pathways coinvolti, con lo scopo ultimo di ripristinare l’alterata omeostasi cutanea.
VALACCHI, Giuseppe
PINTON, Paolo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PhD thesis manuscript - Roxane Prieux final version - 26.01.2021.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 9.34 MB
Formato Adobe PDF
9.34 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
PhD thesis Roxane PRIEUX- Abstract (ITALIANO) 29JAN2021.pdf

accesso aperto

Descrizione: Abstract in italiano
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 1.28 MB
Formato Adobe PDF
1.28 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
PhD thesis Roxane PRIEUX- Abstract (ENGLISH) 29JAN2021.pdf

accesso aperto

Descrizione: Abstract in inglese
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 126.96 kB
Formato Adobe PDF
126.96 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2462983
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact