Lo scritto esamina l’annosa problematica della c.d. confisca “senza condanna” alla luce delle ultime novità normative e giurisprudenziali. Più nel dettaglio, l’Autore si sofferma sull’eventualità dell’ablazione patrimoniale disposta a seguito del proscioglimento per estinzione del reato determinata dal decorso del relativo termine massimo di prescrizione. Dopo aver argomentato per l’illegittimità della soluzione che ammette anche in questo caso l’applicazione della misura quantomeno in base ai parametri di costituzionalità interni, si passa ad illustrare la precarietà dell’esito anche in forza della legge processuale.

Dalla confisca “senza condanna” alla confisca “senza tempo”: rilievi critici dalla prospettiva processuale

Fabio Nicolicchia
2020

Abstract

Lo scritto esamina l’annosa problematica della c.d. confisca “senza condanna” alla luce delle ultime novità normative e giurisprudenziali. Più nel dettaglio, l’Autore si sofferma sull’eventualità dell’ablazione patrimoniale disposta a seguito del proscioglimento per estinzione del reato determinata dal decorso del relativo termine massimo di prescrizione. Dopo aver argomentato per l’illegittimità della soluzione che ammette anche in questo caso l’applicazione della misura quantomeno in base ai parametri di costituzionalità interni, si passa ad illustrare la precarietà dell’esito anche in forza della legge processuale.
Nicolicchia, Fabio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
12 [quesiti] Nicolicchia_1.0 (1).pdf

solo gestori archivio

Descrizione: Post print
Tipologia: Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 130.18 kB
Formato Adobe PDF
130.18 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2459376
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact