Partendo dalla constatazione che l’allunaggio del 20 luglio del 1969 è stato reso accessibile al pubblico internazionale soltanto attraverso la sua documentazione audiovisiva, il saggio descrive nei dettagli le apparecchiature, le tecniche di ripresa e le scelte stilistiche adottate dalla NASA per immortalare lo storico evento. Successivamente vengono presi in esame i film di finzione e i documentari influenzati dalle teorie complottiste, inaugurate dal libro di Bill Kaysing We Never Went to the Moon (1976), secondo cui la discesa di Armstrong e Aldrin sulla superficie lunare non si sarebbe mai verificata e sarebbe stata inscenata in uno studio cinematografico.

"One Small Step for Mankind, One Giant Leap for Cinema": l'allunaggio come evento mediale

alberto boschi
2019

Abstract

Partendo dalla constatazione che l’allunaggio del 20 luglio del 1969 è stato reso accessibile al pubblico internazionale soltanto attraverso la sua documentazione audiovisiva, il saggio descrive nei dettagli le apparecchiature, le tecniche di ripresa e le scelte stilistiche adottate dalla NASA per immortalare lo storico evento. Successivamente vengono presi in esame i film di finzione e i documentari influenzati dalle teorie complottiste, inaugurate dal libro di Bill Kaysing We Never Went to the Moon (1976), secondo cui la discesa di Armstrong e Aldrin sulla superficie lunare non si sarebbe mai verificata e sarebbe stata inscenata in uno studio cinematografico.
Boschi, Alberto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2423663
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact