L’esercitazione condotta a Campi di Norcia, colpito dal sisma del 24 agosto e del 26-30 ottobre 2016, è partita dal presupposto che tutte le lacune prodotte nel tessuto edilizio a seguito del sisma, ma anche quelle che si registrano dalla stesura del Catasto Gregoriano in poi, possano essere “risolte” attraverso un’architettura che: sappia essere rispettosa della morfologia ereditata (se coerente con i limiti fisiologici di trasformazione dei tipi edilizi) e coerente con il processo tipologico (spazio-temporale) riscontrabile in un intorno sufficientemente ampio; sappia rispettare la “serialità” che caratterizza l’edilizia storica di Campi di Norcia, che risulti coerente con la «masse fabbricative» (strutturali e materiche) che sostanziano l’edilizia storica locale e che sappia utilizzare un linguaggio architettonico “consonante” sul piano materico e figurativo; risulti adeguata alla normativa antisismica. Le scelte progettuali potranno muoversi da soluzioni di natura squisitamente seriale ad altre di natura seriale-organica, ad altre, ancora, totalmente organiche.

Campi di Norcia tra problematiche ricostruttive ed esigenze di sicurezza

Riccardo Dalla Negra;Andrea Giannantoni;Marco Zuppiroli
;
Gian Carlo Grillini;Nicola Marzot
2019

Abstract

L’esercitazione condotta a Campi di Norcia, colpito dal sisma del 24 agosto e del 26-30 ottobre 2016, è partita dal presupposto che tutte le lacune prodotte nel tessuto edilizio a seguito del sisma, ma anche quelle che si registrano dalla stesura del Catasto Gregoriano in poi, possano essere “risolte” attraverso un’architettura che: sappia essere rispettosa della morfologia ereditata (se coerente con i limiti fisiologici di trasformazione dei tipi edilizi) e coerente con il processo tipologico (spazio-temporale) riscontrabile in un intorno sufficientemente ampio; sappia rispettare la “serialità” che caratterizza l’edilizia storica di Campi di Norcia, che risulti coerente con la «masse fabbricative» (strutturali e materiche) che sostanziano l’edilizia storica locale e che sappia utilizzare un linguaggio architettonico “consonante” sul piano materico e figurativo; risulti adeguata alla normativa antisismica. Le scelte progettuali potranno muoversi da soluzioni di natura squisitamente seriale ad altre di natura seriale-organica, ad altre, ancora, totalmente organiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2417642
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact