Se il nesso tra diritto, diritti e spazio è fondamentale per tutti, per le persone migranti e quelle con disabilità appare in modo ancor più evidente che l’accesso ai diritti è strettamente vincolato all’accesso a uno spazio che il diritto concorre a qualificare. Lo spazio di cui si sta trattando non è solamente quello virtuale, metaforico: si tratta in verità di uno spazio e simbolico e fisico, sia pubblico sia privato. La città, la casa, la scuola piuttosto che l’ospedale, il luogo di lavoro, il confine, il territorio di uno Stato sono spazi diversi apparentemente aperti a chiunque e in verità ancora fortemente escludenti, preclusi ad alcune soggettività in modo incapacitante. Esiste infatti una stretta connessione – ancora poco indagata – tra spazio, soggettività, libertà e capacità ed è esattamente la rilevanza di questa rete di nozioni e principi ad apparire in modo più evidente alla luce della condizione delle persone migranti con disabilità.

L'accesso ai diritti. Spazio e soggettività nella condizione delle persone migranti con disabilità

O. Giolo
2019

Abstract

Se il nesso tra diritto, diritti e spazio è fondamentale per tutti, per le persone migranti e quelle con disabilità appare in modo ancor più evidente che l’accesso ai diritti è strettamente vincolato all’accesso a uno spazio che il diritto concorre a qualificare. Lo spazio di cui si sta trattando non è solamente quello virtuale, metaforico: si tratta in verità di uno spazio e simbolico e fisico, sia pubblico sia privato. La città, la casa, la scuola piuttosto che l’ospedale, il luogo di lavoro, il confine, il territorio di uno Stato sono spazi diversi apparentemente aperti a chiunque e in verità ancora fortemente escludenti, preclusi ad alcune soggettività in modo incapacitante. Esiste infatti una stretta connessione – ancora poco indagata – tra spazio, soggettività, libertà e capacità ed è esattamente la rilevanza di questa rete di nozioni e principi ad apparire in modo più evidente alla luce della condizione delle persone migranti con disabilità.
9788824326407
migranti, diritti, spazio, soggettività, accessibilità, mobilità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2417279
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact