Il presente saggio è volto alla ricerca delle origini terminologiche del termine vulnerabilità (vulnus, vulnerare, vulnerabilis). Attraverso l'analisi delle corrispondenze e dei significati delle parole latine, si pone in evidenza l'accezione di vulnus quale "ferita fisica", accolta dalla quasi totalità delle fonti giuridiche romane. Si indaga, dunque, il rapporto tra vulnerabilità corporale e protezione offerta dal diritto romano.

Alle origini (terminologiche) della vulnerabilità: vulnerabilis, vulnus, vulnerare

MARAGNO, Giorgia
2018

Abstract

Il presente saggio è volto alla ricerca delle origini terminologiche del termine vulnerabilità (vulnus, vulnerare, vulnerabilis). Attraverso l'analisi delle corrispondenze e dei significati delle parole latine, si pone in evidenza l'accezione di vulnus quale "ferita fisica", accolta dalla quasi totalità delle fonti giuridiche romane. Si indaga, dunque, il rapporto tra vulnerabilità corporale e protezione offerta dal diritto romano.
9788843093861
vulnerabilità, corporalità, diritto romano
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MARAGNO, G. (2018), Alle origini terminologiche della vulnerabilità.pdf

solo gestori archivio

Descrizione: Full text editoriale
Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 48.5 MB
Formato Adobe PDF
48.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2408971
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact