Il contributo mira ad osservare alcuni fenomeni della modernità - latori di disintermediazione - nella filigrana dei soggetti e degli strumenti di "intermediazione" per eccellenza, riconducibili al sindacato e allo Stato. Dopo avere analizzato i profili più significativi di primo e secondo welfare, l'Autrice propone di andare oltre il contesto disintermediato per promuovere una autentica programmazione solidaristica, categoriale e universalistica secondo i due paradigmi che si è scelto di considerare.

Il contrasto della debolezza sociale oggi

Stefania Buoso
2019

Abstract

Il contributo mira ad osservare alcuni fenomeni della modernità - latori di disintermediazione - nella filigrana dei soggetti e degli strumenti di "intermediazione" per eccellenza, riconducibili al sindacato e allo Stato. Dopo avere analizzato i profili più significativi di primo e secondo welfare, l'Autrice propone di andare oltre il contesto disintermediato per promuovere una autentica programmazione solidaristica, categoriale e universalistica secondo i due paradigmi che si è scelto di considerare.
978-88-99068-51-6
solidarietà, intermediazione, welfare contrattuale, welfare pubblico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
III_SIII_03_Buoso 2019 Brescia.pdf

solo gestori archivio

Descrizione: versione editoriale
Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 862.3 kB
Formato Adobe PDF
862.3 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2407208
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact