La nota di commento affronta una questione che si colloca in un territorio di confine tra economia e diritto: la crisi d’impresa coinvolge i lavoratori subordinati, rispetto ai quali si pone non solo il problema della tutela del credito ma anche della occupazione. La sentenza in parola propende, dunque, per una soluzione di garanzia del rapporto di lavoro affermando che il curatore fallimentare è tenuto a rispettare le norme limitative dei licenziamenti e che non è di talchè possibile una risoluzione di diritto del rapporto.

Anche il curatore fallimentare deve rispettare le norme limitative dei licenziamenti

Stefania Buoso
2018

Abstract

La nota di commento affronta una questione che si colloca in un territorio di confine tra economia e diritto: la crisi d’impresa coinvolge i lavoratori subordinati, rispetto ai quali si pone non solo il problema della tutela del credito ma anche della occupazione. La sentenza in parola propende, dunque, per una soluzione di garanzia del rapporto di lavoro affermando che il curatore fallimentare è tenuto a rispettare le norme limitative dei licenziamenti e che non è di talchè possibile una risoluzione di diritto del rapporto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2396930
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact