Il contributo analizza le questioni giuridico-costituzionali emerse a seguito della decisione del Gruppo MoVimento 5 Stelle della Camera e del Senato a prevedere una penale per ogni parlamentare che abbandonasse il gruppo per libera scelta o per espulsione. In particolare, si analizza il contrasto tra tale norma e il principio del libero mandato parlamentare di cui all'art. 67 Cost. Si analizza altresì l'eventualità che, in astratto, l'applicazione della norma dia luogo a conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato promossi da parlamentari degli stessi gruppi parlamentari nonché anche di altri gruppi politici.

"E mo' paghi!". Sulla "penale" imposta dallo statuto del Gruppo MoVimento 5 Stelle alla Camera e al Senato

Paolo Veronesi
2018

Abstract

Il contributo analizza le questioni giuridico-costituzionali emerse a seguito della decisione del Gruppo MoVimento 5 Stelle della Camera e del Senato a prevedere una penale per ogni parlamentare che abbandonasse il gruppo per libera scelta o per espulsione. In particolare, si analizza il contrasto tra tale norma e il principio del libero mandato parlamentare di cui all'art. 67 Cost. Si analizza altresì l'eventualità che, in astratto, l'applicazione della norma dia luogo a conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato promossi da parlamentari degli stessi gruppi parlamentari nonché anche di altri gruppi politici.
2018
Veronesi, Paolo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
0392-6664-27710-14.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 260.15 kB
Formato Adobe PDF
260.15 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2394334
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact