The Italian territory is full of Monuments to the Fallen Soldiers of the First World War, which embody both anthropological and social significances and historical-artistic and architectural values to be rediscovered and protected. The paper, starting from the analysis of two exemplary case studies, proposes an integrated methodology aimed at cataloguing this Italian cultural heritage and able to integrate historical information with digital models (2D and 3D) and a set of guidelines preliminary to restoration, conservation and enhancement. The opportunity of developing documentation and cataloguing protocols able to trigger processes of management, research, diagnostics, conservation, restoration and enhancement of cultural heritage opens up new scenarios in which digital models become the support for the collection of different information to be managed at a multidisciplinary level. The capability of databases to integrate different data, acquired through traditional survey techniques and advanced methodologies, allows the development of a multimedia information system in which different information can be used as a basis for specific communication projects. The proposed methodology is specifically applied to the Monuments to the Fallen of the First World War, particularly significant on a national scale as a physical expression of memory and of great historical-artistic, architectural and social value. The research is aimed at cataloguing (and therefore at documentation and knowledge) and to the definition of guidelines set for this specific typology of monument and preliminary to restoration, conservation and enhancement.

Il territorio nazionale è disseminato di monumenti ai caduti della Prima Guerra Mondiale, che incarnano sia valori antropologici e sociali sia valori storico-artistici e architettonici da riscoprire e tutelare. Il contributo, a partire dall’analisi di due casi studio esemplari, propone una metodologia integrata finalizzata alla catalogazione di questo patrimonio culturale italiano capace di integrare alle informazioni storiche i relativi modelli conoscitivi digitali (2D e 3D) e un abaco di linee guida propedeutiche agli interventi di restauro, conservazione e valorizzazione. La possibilità di mettere a punto protocolli di documentazione e catalogazione capaci di innescare processi di gestione, ricerca, diagnostica, conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale, apre nuovi scenari in cui i modelli conoscitivi digitali diventano il supporto per la raccolta di diverse informazioni utilizzabili a livello multidisciplinare. La disponibilità dei database di integrare dati diversi, acquisiti attraverso tecniche di rilievo tradizionali e metodologie avanzate, consente di mettere a punto un sistema informativo multimediale in cui le diverse informazioni possono essere utilizzate come base per progetti di comunicazione dedicati. La metodologia proposta è applicata nello specifico ai monumenti ai caduti della Prima Guerra Mondiale, particolarmente significativi a scala nazionale in quanto espressione fisica della memoria e di grande valore storico-artistico, architettonico e sociale, ed è finalizzata alla catalogazione (e quindi alla documentazione e alla conoscenza) e alla definizione di linee guida su base tipologica propedeutiche alla conservazione, al restauro e alla valorizzazione.

I monumenti ai caduti della Grande Guerra di Gubbio (Perugia) e Lugo (Ravenna). Conoscere, comunicare, valorizzare la memoria dei luoghi

Balzani, Marcello
Writing – Original Draft Preparation
;
Maietti, Federica
Writing – Original Draft Preparation
;
Tasselli, Nicola
Writing – Original Draft Preparation
;
Sasso, Daniele Felice
Writing – Original Draft Preparation
;
2018

Abstract

The Italian territory is full of Monuments to the Fallen Soldiers of the First World War, which embody both anthropological and social significances and historical-artistic and architectural values to be rediscovered and protected. The paper, starting from the analysis of two exemplary case studies, proposes an integrated methodology aimed at cataloguing this Italian cultural heritage and able to integrate historical information with digital models (2D and 3D) and a set of guidelines preliminary to restoration, conservation and enhancement. The opportunity of developing documentation and cataloguing protocols able to trigger processes of management, research, diagnostics, conservation, restoration and enhancement of cultural heritage opens up new scenarios in which digital models become the support for the collection of different information to be managed at a multidisciplinary level. The capability of databases to integrate different data, acquired through traditional survey techniques and advanced methodologies, allows the development of a multimedia information system in which different information can be used as a basis for specific communication projects. The proposed methodology is specifically applied to the Monuments to the Fallen of the First World War, particularly significant on a national scale as a physical expression of memory and of great historical-artistic, architectural and social value. The research is aimed at cataloguing (and therefore at documentation and knowledge) and to the definition of guidelines set for this specific typology of monument and preliminary to restoration, conservation and enhancement.
2018
978-88-492-3651-4
Il territorio nazionale è disseminato di monumenti ai caduti della Prima Guerra Mondiale, che incarnano sia valori antropologici e sociali sia valori storico-artistici e architettonici da riscoprire e tutelare. Il contributo, a partire dall’analisi di due casi studio esemplari, propone una metodologia integrata finalizzata alla catalogazione di questo patrimonio culturale italiano capace di integrare alle informazioni storiche i relativi modelli conoscitivi digitali (2D e 3D) e un abaco di linee guida propedeutiche agli interventi di restauro, conservazione e valorizzazione. La possibilità di mettere a punto protocolli di documentazione e catalogazione capaci di innescare processi di gestione, ricerca, diagnostica, conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale, apre nuovi scenari in cui i modelli conoscitivi digitali diventano il supporto per la raccolta di diverse informazioni utilizzabili a livello multidisciplinare. La disponibilità dei database di integrare dati diversi, acquisiti attraverso tecniche di rilievo tradizionali e metodologie avanzate, consente di mettere a punto un sistema informativo multimediale in cui le diverse informazioni possono essere utilizzate come base per progetti di comunicazione dedicati. La metodologia proposta è applicata nello specifico ai monumenti ai caduti della Prima Guerra Mondiale, particolarmente significativi a scala nazionale in quanto espressione fisica della memoria e di grande valore storico-artistico, architettonico e sociale, ed è finalizzata alla catalogazione (e quindi alla documentazione e alla conoscenza) e alla definizione di linee guida su base tipologica propedeutiche alla conservazione, al restauro e alla valorizzazione.
Documentation, Cataloging, Monuments to the Fallen, Integrated survey, Conservation, Enhancement
Documentazione, Catalogazione, Monumenti ai caduti, Rilievo integrato, Conservazione, Valorizzazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Paper_UNIFE_UNIPG_UID_2018.pdf

solo gestori archivio

Descrizione: Full text editoriale
Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.8 MB
Formato Adobe PDF
3.8 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2392722
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact