The date and location of the cult of Apollo Patroos in the Athenian Agora are still being debated. Recent studies have proven that the epiclesis Patroos was a 4th century invention, while the cult site in the public space seems to have already been established by the 6th century BC. These contradictory results open up new perspectives and questions regarding the political role of Apollo in Athens starting from the time of the formation of the polis. Before being named Patroos, the ancestral Apollo was probably to be identified with the Pythios, whose main sanctuary was in a suburban area on the banks of the Ilissos river. The relationships between Apollo Patroos and Pythios and then between Pythios and the god hypo Makrais and Delphinios are examined. The purpose of this paper is to reconsider the archaeological, epigraphic and literary documentation related to the cult of Apollo with the aim to reconstruct its development and place in the religious history of Athens and hence its relationship to the political space of the city.

Il ruolo politico di Apollo Patroos, l’ubicazione del suo santuario nell’Agorà e la datazione dell’introduzione del culto ad Atene sono ancora dibattuti negli studi. Recentemente l’epiclesi Patroos è stata ricondotta a un fenomeno di IV secolo, mentre al contrario il luogo di culto è stato riconosciuto in un’area che presenta strutture di utilizzo pubblico risalenti almeno al VI secolo a.C. Tale dicotomia riapre la questione relativa ai caratteri peculiari che distinsero l’Apollo dell’Agorà e il suo ruolo politico ad Atene sin dall’epoca della formazione della polis. Le fonti letterarie sembrano concordi nell’indicare l’Apollo Patroos, nel Pythios, noto per il famoso santuario nell’area dell’Illisso, il quale a sua volta sembra essere strettamente legato sia al culto hypo Makrais che a quello del Delphinios. Tutti questi aspetti del dio vengono presi in considerazione nel contributo, analizzando gli indizi archeologici, epigrafici e le fonti letterarie in nostro possesso, allo scopo di ricostruire lo sviluppo del culto di Apollo nella storia religiosa di Atene e giungere quindi a definire il suo rapporto con lo spazio politico della città.

Apollo Patroos, Pythios e Delphinios: culto e politica ad Atene nei secoli

Dubbini R.
Primo
2014

Abstract

Il ruolo politico di Apollo Patroos, l’ubicazione del suo santuario nell’Agorà e la datazione dell’introduzione del culto ad Atene sono ancora dibattuti negli studi. Recentemente l’epiclesi Patroos è stata ricondotta a un fenomeno di IV secolo, mentre al contrario il luogo di culto è stato riconosciuto in un’area che presenta strutture di utilizzo pubblico risalenti almeno al VI secolo a.C. Tale dicotomia riapre la questione relativa ai caratteri peculiari che distinsero l’Apollo dell’Agorà e il suo ruolo politico ad Atene sin dall’epoca della formazione della polis. Le fonti letterarie sembrano concordi nell’indicare l’Apollo Patroos, nel Pythios, noto per il famoso santuario nell’area dell’Illisso, il quale a sua volta sembra essere strettamente legato sia al culto hypo Makrais che a quello del Delphinios. Tutti questi aspetti del dio vengono presi in considerazione nel contributo, analizzando gli indizi archeologici, epigrafici e le fonti letterarie in nostro possesso, allo scopo di ricostruire lo sviluppo del culto di Apollo nella storia religiosa di Atene e giungere quindi a definire il suo rapporto con lo spazio politico della città.
978-88-7140-584-1
The date and location of the cult of Apollo Patroos in the Athenian Agora are still being debated. Recent studies have proven that the epiclesis Patroos was a 4th century invention, while the cult site in the public space seems to have already been established by the 6th century BC. These contradictory results open up new perspectives and questions regarding the political role of Apollo in Athens starting from the time of the formation of the polis. Before being named Patroos, the ancestral Apollo was probably to be identified with the Pythios, whose main sanctuary was in a suburban area on the banks of the Ilissos river. The relationships between Apollo Patroos and Pythios and then between Pythios and the god hypo Makrais and Delphinios are examined. The purpose of this paper is to reconsider the archaeological, epigraphic and literary documentation related to the cult of Apollo with the aim to reconstruct its development and place in the religious history of Athens and hence its relationship to the political space of the city.
Apollo, Athenian Agora, Greek religion, Ilissos river sanctuaries
Agorà di Atene, Apollo, area santuariale dell’Ilisso, religione greca
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Apollo.pdf

solo gestori archivio

Descrizione: versione editoriale
Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.87 MB
Formato Adobe PDF
1.87 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2384043
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact