Rosso, giallo o verde? L’ennesima etichetta alimentare a semaforo