L'articolo offre un contributo sulle attuali frontiere del design di prodotto e dei sistemi di produzione nell'era della rivoluzione della fabbrica digitale. Tratta specificatamente dell'ultima produzione di Pirelli, realtà industriale che punta sulla ricerca per consolidare la propria presenza nell'automotive. Le novità presentate segnano infatti l'entrata nel digytal tyre, secondo la strategia del tailor made, la produzione di pneumatici "su misura" per alta gamma, che si prefigge di soddisfare le esigenze di personalizzazione del cliente e le necessità di sicurezza diventando un prodotto finalizzato a favorire uno stile di guida consapevole, migliorare le prestazioni, ridurre i consumi e le emissioni inquinanti, attuare una gestione efficiente. Come è documentato nell'articolo, grazie a sensori montati sugli pneumatici, si ottiene il monitoraggio delle condizioni delle singole gomme, con un flusso continuo di dati su pressione, temperatura, carico del veicolo, usura, importanti per la conduzione del veicolo e la sicurezza; al guidatore, tramite Applicazione scaricabile su smartphone, gestita da piattaforma di proprietà Pirelli, sono inviati alert ed è offerta assistenza: ad esempio, informazioni sulla necessità di riparare o sostituire una gomma, perché danneggiata o consumata. L'articolo aiuta a scorpire attraverso il caso Pirelli i segnali di una svolta in atto nell'attuale fase sviluppo industriale della manifattura italiana, che si concretizzano in innovazioni digitali che caratterizzano l'insieme delle attività delle aziende. I servizi post vendita delle gomme sono infatti strettamente connessi con le innovazioni nella progettazione dei prodotti e dei sistemi di produzione che consentono di attuarli, che si concretizzano in: prodotti ideati appositamente per il cliente tramite i processi robotizzati di Next Mirs; monitoraggio e controllo del processo produttivo con le tecniche machine learning e data mining; formazione del personale con il contributo della realtà virtuale di Human Technology. Ciò che rende interessante il caso presentato per un contributo inserito in un numero monografico di una rivista di design dedicato alla trasformazione 4.0 è scoprire cosa può significare concretamente dall'interno di un settore specifico; se infatti l'innovazione di prodotto è di grande importanza per la aumentare la sicurezza della circolazione dei veicoli sulla strada e per ridurre il carico sull'ambiente in termini di consumi e inquinamento, nello stesso tempo, la fabbrica digitale rende possibile l'analisi predittiva, che consente di intervenire su anomalie prima che vadano a compromettere la qualità dei prodotti. Un altro aspetto trattato nell'articolo riguarda le condizioni del lavoro determinate dall'avere reso intelligente assieme alla ruota tutta la catena di valore generata dallo pneumatico, in termini di innalzamento della competitività dell'azienda anche in Paesi ad alto costo della manodopera come l'Italia: nel testo si accenna allo stabilimento più innovativo di Pirelli a Settimo Torinese, dove è avvenuto un processo di reindustrializzazione, in controtendenza rispetto a delocalizzazioni del settore industriale.

Pneumatico connesso. Design di prodotto e di sistemi di produzione Pirelli

Toni Michela
2017

Abstract

L'articolo offre un contributo sulle attuali frontiere del design di prodotto e dei sistemi di produzione nell'era della rivoluzione della fabbrica digitale. Tratta specificatamente dell'ultima produzione di Pirelli, realtà industriale che punta sulla ricerca per consolidare la propria presenza nell'automotive. Le novità presentate segnano infatti l'entrata nel digytal tyre, secondo la strategia del tailor made, la produzione di pneumatici "su misura" per alta gamma, che si prefigge di soddisfare le esigenze di personalizzazione del cliente e le necessità di sicurezza diventando un prodotto finalizzato a favorire uno stile di guida consapevole, migliorare le prestazioni, ridurre i consumi e le emissioni inquinanti, attuare una gestione efficiente. Come è documentato nell'articolo, grazie a sensori montati sugli pneumatici, si ottiene il monitoraggio delle condizioni delle singole gomme, con un flusso continuo di dati su pressione, temperatura, carico del veicolo, usura, importanti per la conduzione del veicolo e la sicurezza; al guidatore, tramite Applicazione scaricabile su smartphone, gestita da piattaforma di proprietà Pirelli, sono inviati alert ed è offerta assistenza: ad esempio, informazioni sulla necessità di riparare o sostituire una gomma, perché danneggiata o consumata. L'articolo aiuta a scorpire attraverso il caso Pirelli i segnali di una svolta in atto nell'attuale fase sviluppo industriale della manifattura italiana, che si concretizzano in innovazioni digitali che caratterizzano l'insieme delle attività delle aziende. I servizi post vendita delle gomme sono infatti strettamente connessi con le innovazioni nella progettazione dei prodotti e dei sistemi di produzione che consentono di attuarli, che si concretizzano in: prodotti ideati appositamente per il cliente tramite i processi robotizzati di Next Mirs; monitoraggio e controllo del processo produttivo con le tecniche machine learning e data mining; formazione del personale con il contributo della realtà virtuale di Human Technology. Ciò che rende interessante il caso presentato per un contributo inserito in un numero monografico di una rivista di design dedicato alla trasformazione 4.0 è scoprire cosa può significare concretamente dall'interno di un settore specifico; se infatti l'innovazione di prodotto è di grande importanza per la aumentare la sicurezza della circolazione dei veicoli sulla strada e per ridurre il carico sull'ambiente in termini di consumi e inquinamento, nello stesso tempo, la fabbrica digitale rende possibile l'analisi predittiva, che consente di intervenire su anomalie prima che vadano a compromettere la qualità dei prodotti. Un altro aspetto trattato nell'articolo riguarda le condizioni del lavoro determinate dall'avere reso intelligente assieme alla ruota tutta la catena di valore generata dallo pneumatico, in termini di innalzamento della competitività dell'azienda anche in Paesi ad alto costo della manodopera come l'Italia: nel testo si accenna allo stabilimento più innovativo di Pirelli a Settimo Torinese, dove è avvenuto un processo di reindustrializzazione, in controtendenza rispetto a delocalizzazioni del settore industriale.
Toni, Michela
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MToni_MDJ4_4.0 Pneumatico connesso.pdf

accesso aperto

Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 2.47 MB
Formato Adobe PDF
2.47 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2383938
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact