Dopo il referendum: puntare seriamente sulla leale collaborazione