La scheda analizza un disegno di Antonio da Sangallo il Giovane, rappresentante in pianta due antichi edifici funerari, identificabili con i cosiddetti sepolcri dei Calventii e dei Cercenii, i cui resti sono tuttora esistenti lungo la via Appia Antica, in corrispondenza del bivio con l’Appia Pignatelli. Il disegno è messo a confronto con altri disegni degli stessi soggetti, attribuiti a Pirro Ligorio e fra’ Giocondo. In particolare, è approfondito il ruolo del mausoleo dei Cercenii, a pianta cruciforme, come fonte per l’impianto della chiesa albertiana di San Sebastiano a Mantova.

Antonio da Sangallo il Giovane (?). Sepolcri sull'Appia Antica

SAMPERI, Renata
2006

Abstract

La scheda analizza un disegno di Antonio da Sangallo il Giovane, rappresentante in pianta due antichi edifici funerari, identificabili con i cosiddetti sepolcri dei Calventii e dei Cercenii, i cui resti sono tuttora esistenti lungo la via Appia Antica, in corrispondenza del bivio con l’Appia Pignatelli. Il disegno è messo a confronto con altri disegni degli stessi soggetti, attribuiti a Pirro Ligorio e fra’ Giocondo. In particolare, è approfondito il ruolo del mausoleo dei Cercenii, a pianta cruciforme, come fonte per l’impianto della chiesa albertiana di San Sebastiano a Mantova.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2381001
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact