L’articolo si propone di indagare la presenza, mediata dai comici dell’Arte, della commedia aurea spagnola sulle scene ferraresi nel secolo XVII. Si analizzano le notizie archivistiche su alcune repliche de «I sette infanti del Ara» con Leonora Castiglioni nel 1634 e le repliche di un «Don Gil» con Jacopo Fidenzi nel 1653. A partire da questi esempi si approfondiscono taluni meccanismi nella ricezione “performativa” del testo drammaturgico.

La commedia aurea a Ferrara nel XVII secolo. Due esempi sulla ricezione performativa della drammaturgia

Domenico Giuseppe Lipani
Primo
2016

Abstract

L’articolo si propone di indagare la presenza, mediata dai comici dell’Arte, della commedia aurea spagnola sulle scene ferraresi nel secolo XVII. Si analizzano le notizie archivistiche su alcune repliche de «I sette infanti del Ara» con Leonora Castiglioni nel 1634 e le repliche di un «Don Gil» con Jacopo Fidenzi nel 1653. A partire da questi esempi si approfondiscono taluni meccanismi nella ricezione “performativa” del testo drammaturgico.
Lipani, Domenico Giuseppe
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2380774
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact