Il trattato rappresenta la sintesi dell’evoluzione delle scienze endocrinologiche e metaboliche da un punto di vista nuovo e inedito: non si tratta infatti di uno dei tanti manuali di medicina anti-aging, né di uno degli improbabili manifesti di più o meno verificate evidenze per invecchiare meglio. Sinossi deI capitolo GH-IGF-1: Il difetto di GH (GHD) nell’adulto è una sindrome clinica caratterizzata da alterazioni sfavorevoli della composizione corporea (aumento della massa grassa, riduzione della massa magra e della densità minerale ossea) e del profilo lipidico e da riduzione della capacità di esercizio fisico, del benessere psicofisico e della qualità di vita. Nell’anziano il GHD, conseguente ad alterazione organica del sistema ipotalamo-ipofisario, va differenziato dalla fisiologica riduzione della secrezione di GH e IGF-I. I livelli di IGF-I non sono sufficienti per la diagnosi di GHD; è richiesto un test di stimolo della secrezione di GH. Il più utilizzato in Italia, nell’adulto e nell’anziano, è quello con somministrazione endovenosa di GHRH e arginina. Il trattamento sostitutivo con GH nell’adulto migliora la composizione corporea, la capacità di esercizio e la qualità di vita, e riduce i fattori di rischio cardiovascolare. Tali effetti benefici possono essere osservati anche nel soggetto anziano, che necessita di dosi più basse e di un attento monitoraggio. Non è al momento stabilito se il trattamento sostitutivo con GH sia in grado di ridurre gli eventi e la mortalità cardiovascolare e il rischio di fratture. Non ci sono evidenze che tale trattamento possa incrementare il rischio d’insorgenza e/o recidiva di neoplasie.

GH-IGF-I deficit

Marta Bondanelli
Primo
Writing – Original Draft Preparation
2017

Abstract

Il trattato rappresenta la sintesi dell’evoluzione delle scienze endocrinologiche e metaboliche da un punto di vista nuovo e inedito: non si tratta infatti di uno dei tanti manuali di medicina anti-aging, né di uno degli improbabili manifesti di più o meno verificate evidenze per invecchiare meglio. Sinossi deI capitolo GH-IGF-1: Il difetto di GH (GHD) nell’adulto è una sindrome clinica caratterizzata da alterazioni sfavorevoli della composizione corporea (aumento della massa grassa, riduzione della massa magra e della densità minerale ossea) e del profilo lipidico e da riduzione della capacità di esercizio fisico, del benessere psicofisico e della qualità di vita. Nell’anziano il GHD, conseguente ad alterazione organica del sistema ipotalamo-ipofisario, va differenziato dalla fisiologica riduzione della secrezione di GH e IGF-I. I livelli di IGF-I non sono sufficienti per la diagnosi di GHD; è richiesto un test di stimolo della secrezione di GH. Il più utilizzato in Italia, nell’adulto e nell’anziano, è quello con somministrazione endovenosa di GHRH e arginina. Il trattamento sostitutivo con GH nell’adulto migliora la composizione corporea, la capacità di esercizio e la qualità di vita, e riduce i fattori di rischio cardiovascolare. Tali effetti benefici possono essere osservati anche nel soggetto anziano, che necessita di dosi più basse e di un attento monitoraggio. Non è al momento stabilito se il trattamento sostitutivo con GH sia in grado di ridurre gli eventi e la mortalità cardiovascolare e il rischio di fratture. Non ci sono evidenze che tale trattamento possa incrementare il rischio d’insorgenza e/o recidiva di neoplasie.
9788890685293
GH, IGF-I, invecchiamento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2378757
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact