Epatite autoimmune: una terapia non sempre facile