Questo contributo consiste in un dialogo con una autorevole personalità della Tribù Yaqui dello stato messicano del Sonora: Don Silverio che è il responsabile istituzionale dell’ed- ucazione indigena per la salvaguardia della sua identità culturale. Lo scopo di questo lavoro è nello studio del ruolo che la cultura ancestrale ha nell’edu- cazione delle bambine e dei bambini yaquim e, più in generale, nella formazione dei membri della tribù, a fronte della pervasività della cultura dei bianchi. Ci interessa approfondire il concetto di questa peculiare conoscenza ed il suo ruolo formativo sia a livello istituzionale delle politiche educative, sia nel vissuto della comunità. Infine, desideriamo contribuire alla valorizzazione delle istanze culturali degli Yaquim a partire da una coscientizzazione della loro stessa percezione, a partire dalla messa in discussione dello slitta- mento di significato della cultura ancestrale a mero folclore per turisti. La cornice epistemologica fa riferimento ad una pedagogia interpretativa e dunque ad una impostazione ermeneutica. La metodologia di indagine, di tipo qualitativo, è intesa come una epistemologia normativa che tenta di cogliere le dinamiche relazionali fra i fenomeni studiati come al loro interno. Tale metodologia implica una prospettiva sistemica.

Educazione per la resistenza. Dialogando con Don Silverio, responsabile governativo dell’educazione degli Yaquim per la salvaguardia della cultura e dell’identità culturale della Tribù

GRAMIGNA, Anita
2017

Abstract

Questo contributo consiste in un dialogo con una autorevole personalità della Tribù Yaqui dello stato messicano del Sonora: Don Silverio che è il responsabile istituzionale dell’ed- ucazione indigena per la salvaguardia della sua identità culturale. Lo scopo di questo lavoro è nello studio del ruolo che la cultura ancestrale ha nell’edu- cazione delle bambine e dei bambini yaquim e, più in generale, nella formazione dei membri della tribù, a fronte della pervasività della cultura dei bianchi. Ci interessa approfondire il concetto di questa peculiare conoscenza ed il suo ruolo formativo sia a livello istituzionale delle politiche educative, sia nel vissuto della comunità. Infine, desideriamo contribuire alla valorizzazione delle istanze culturali degli Yaquim a partire da una coscientizzazione della loro stessa percezione, a partire dalla messa in discussione dello slitta- mento di significato della cultura ancestrale a mero folclore per turisti. La cornice epistemologica fa riferimento ad una pedagogia interpretativa e dunque ad una impostazione ermeneutica. La metodologia di indagine, di tipo qualitativo, è intesa come una epistemologia normativa che tenta di cogliere le dinamiche relazionali fra i fenomeni studiati come al loro interno. Tale metodologia implica una prospettiva sistemica.
Gramigna, Anita
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2370366
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact