Il concetto della Città Attiva è relativamente nuovo nel panorama italiano e definisce quella “città in cui le infrastrutture, i servizi di mobilità, sportivi, ricreativi e l’ambiente sociale facilitano l’uso del corpo nella vita quotidiana contribuendo a rendere la città più sana, intelligente, vivibile e sicura” (Borgogni, 2013). Riconoscendo la fondamentale importanza di avviare politiche integrate sul vivere attivo che comprendano un ampio spettro di azioni e coinvolgano diversi interlocutori sul territorio, la Regione Emilia-Romagna ha finanziato una nuova ricerca sul tema che, tra un anno, presenterà i suoi primi risultati. Il laboratorio CITER del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, coadiuvato dal Servizio Qualità Urbana e Politiche Abitative e dal Servizio Sanità Pubblica regionali, svolgerà tale ricerca con una particolare attenzione, tra i centri emiliano-romagnoli, alla città di Ferrara. Il seguente articolo, a presentazione della tematica complessa e multidisciplinare che è la Città Attiva, vuole fornire alcuni riferimenti fondamentali alla comprensione della stessa, stimolando la curiosità e l’interesse del lettore che, forse per la prima volta, si appresta a leggere un’ipotesi di modello urbano integrato.

La Città Attiva. Mutamenti e nuove pratiche nell’uso dello spazio pubblico

DORATO, Elena
2014

Abstract

Il concetto della Città Attiva è relativamente nuovo nel panorama italiano e definisce quella “città in cui le infrastrutture, i servizi di mobilità, sportivi, ricreativi e l’ambiente sociale facilitano l’uso del corpo nella vita quotidiana contribuendo a rendere la città più sana, intelligente, vivibile e sicura” (Borgogni, 2013). Riconoscendo la fondamentale importanza di avviare politiche integrate sul vivere attivo che comprendano un ampio spettro di azioni e coinvolgano diversi interlocutori sul territorio, la Regione Emilia-Romagna ha finanziato una nuova ricerca sul tema che, tra un anno, presenterà i suoi primi risultati. Il laboratorio CITER del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, coadiuvato dal Servizio Qualità Urbana e Politiche Abitative e dal Servizio Sanità Pubblica regionali, svolgerà tale ricerca con una particolare attenzione, tra i centri emiliano-romagnoli, alla città di Ferrara. Il seguente articolo, a presentazione della tematica complessa e multidisciplinare che è la Città Attiva, vuole fornire alcuni riferimenti fondamentali alla comprensione della stessa, stimolando la curiosità e l’interesse del lettore che, forse per la prima volta, si appresta a leggere un’ipotesi di modello urbano integrato.
Dorato, Elena
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2369687
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact