Il presente studio analizza il diciannovesimo paragrafo (Du suicide) del Commentaire sur le livre des délits et des peines di Voltaire, con particolare enfasi su quanto riportato dal filosofo in riferimento al diritto romano e al diritto canonico. La citazione di un rescritto imperiale in materia di beni del suicida (C. 9.50.1), così come il riferimento al divieto canonistico della sepoltura religiosa, se sottoposti ad un’analisi critica, rivelano la loro natura di ‘mezze verità’. L’urgenza di richiamare l’attenzione collettiva alla depenalizzazione del suicidio pare soverchiare, in Voltaire, la correttezza dei suoi rimandi storici e filologici.

Voltaire, un rescritto di Antonino Caracalla in tema di suicidio e il divieto canonistico di sepoltura

MARAGNO, Giorgia
2016

Abstract

Il presente studio analizza il diciannovesimo paragrafo (Du suicide) del Commentaire sur le livre des délits et des peines di Voltaire, con particolare enfasi su quanto riportato dal filosofo in riferimento al diritto romano e al diritto canonico. La citazione di un rescritto imperiale in materia di beni del suicida (C. 9.50.1), così come il riferimento al divieto canonistico della sepoltura religiosa, se sottoposti ad un’analisi critica, rivelano la loro natura di ‘mezze verità’. L’urgenza di richiamare l’attenzione collettiva alla depenalizzazione del suicidio pare soverchiare, in Voltaire, la correttezza dei suoi rimandi storici e filologici.
Maragno, Giorgia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2369669
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact