L'articolo si propone di indagare la riflessione giovanile del sociologo Gabriel Tarde, una riflessione influenzata da Rousseau e dal topos romantico del passeggiatore solitario. Durante le sue lunghe passeggiate nei boschi della Dordogna, Gabriel Tarde divagava e si lasciava andare ad interessanti considerazioni metafisiche, che costituiscono l'ossatura del suo sistema sociologico.

Le fantasticherie di un passeggiatore solitario. Gabriel Tarde tra metafisica e sociologia

DOMENICALI, Filippo
2013

Abstract

L'articolo si propone di indagare la riflessione giovanile del sociologo Gabriel Tarde, una riflessione influenzata da Rousseau e dal topos romantico del passeggiatore solitario. Durante le sue lunghe passeggiate nei boschi della Dordogna, Gabriel Tarde divagava e si lasciava andare ad interessanti considerazioni metafisiche, che costituiscono l'ossatura del suo sistema sociologico.
Gabriel Tarde, Monadologia, Possibili, Sociologia, Metafisica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2369322
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact