La quiete dopo il referendum. Democrazia della crisi o crisi della democrazia?