La realizzazione del mercato unico ha rappresentato il primo step del processo di integrazione europea, rivolto sia verso gli Stati membri che verso i Paesi terzi con i quali l’Unione intratteneva ed intrattiene proficui rapporti di scambio. Negli anni più recenti in particolare l’Unione ha dato avvio ad un’azione specifica rivolta alla costruzione e disciplina di rapporti e relazioni con un gruppo di Stati fra loro simili: i cosiddetti “micro Stati terzi”.I tre micro Stati menzionati hanno caratteristiche comuni, sia fra loro che nei riguardi dell’Unione, e per questo motivo sono terzi ma allo stesso tempo molto “vicini” alla sensibilità, anche giuridica, dell’Unione. La loro interclusione nel territorio europeo, tuttavia, ha da sempre posto problematiche rilevanti, soprattutto con riguardo al tema degli scambi di merci e della fiscalità in genere.La ricerca di cui si presentano i risultati nel presente contributo prende in esame le istanze degli Stati e le problematiche che, specie lato Unione europea, una migliore definizione dei rapporti renderebbe di più semplice e rapida soluzione.

Le relazioni dell’Unione europea con i micro Stati terzi - Le crescenti di integrazione approdano al negoziato di un accordo di associazione

TAMBURINI, MADDALENA
2016

Abstract

La realizzazione del mercato unico ha rappresentato il primo step del processo di integrazione europea, rivolto sia verso gli Stati membri che verso i Paesi terzi con i quali l’Unione intratteneva ed intrattiene proficui rapporti di scambio. Negli anni più recenti in particolare l’Unione ha dato avvio ad un’azione specifica rivolta alla costruzione e disciplina di rapporti e relazioni con un gruppo di Stati fra loro simili: i cosiddetti “micro Stati terzi”.I tre micro Stati menzionati hanno caratteristiche comuni, sia fra loro che nei riguardi dell’Unione, e per questo motivo sono terzi ma allo stesso tempo molto “vicini” alla sensibilità, anche giuridica, dell’Unione. La loro interclusione nel territorio europeo, tuttavia, ha da sempre posto problematiche rilevanti, soprattutto con riguardo al tema degli scambi di merci e della fiscalità in genere.La ricerca di cui si presentano i risultati nel presente contributo prende in esame le istanze degli Stati e le problematiche che, specie lato Unione europea, una migliore definizione dei rapporti renderebbe di più semplice e rapida soluzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2366966
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact