The development of design with the support of BIM software represents ideas and forms that result from interdisciplinary integration. The combination of different instrumentation allows the architectural surfaces modeling to develop a 3D model similar to the real architectural characteristics. Through this you can create a database of information collected in situ. The complexity of the data, discretized into a single shared database, sets a level of attention to the conservative project according to the GBC Historic Building® rating system. The use of BIM software in relation to the assessment system allows designers to formulate measurable innovations in the project phase, in the construction phase, and in the entire building life cycle.

Lo sviluppo della progettazione all’interno di software BIM rappresenta idee e forme che derivano da integrazioni interdisciplinari. L’unione fra diverse sorgenti di dati permette la modellazione diversificata delle unità tecnologiche sviluppando un modello simile al comportamento reale dell’architettura, creando un database di informazioni direttamente raccolte in situ. La complessità dei dati, discretizzati in un unico database condiviso, definisce un livello di attenzione all’intervento di natura conservativa misurabile secondo il sistema di rating GBC Historic Building®. Il protocollo, in relazione all’uso del BIM, nella filiera progettuale, consente ai tecnici di formulare innovazioni quantificabili e riconosciute sia negli aspetti progettuali, sia nelle fasi di lavoro e cantierizzazione, sia nel ciclo di vita dell’edificio.

Integrazione fra BIM e GBC Historic Building®: l’innovazione metodologica nel sistema di progettazione e verifica di interventi conservativi

FERRARI, Federico
Primo
Writing – Original Draft Preparation
;
SASSO, Daniele Felice
Secondo
Writing – Review & Editing
2016

Abstract

Lo sviluppo della progettazione all’interno di software BIM rappresenta idee e forme che derivano da integrazioni interdisciplinari. L’unione fra diverse sorgenti di dati permette la modellazione diversificata delle unità tecnologiche sviluppando un modello simile al comportamento reale dell’architettura, creando un database di informazioni direttamente raccolte in situ. La complessità dei dati, discretizzati in un unico database condiviso, definisce un livello di attenzione all’intervento di natura conservativa misurabile secondo il sistema di rating GBC Historic Building®. Il protocollo, in relazione all’uso del BIM, nella filiera progettuale, consente ai tecnici di formulare innovazioni quantificabili e riconosciute sia negli aspetti progettuali, sia nelle fasi di lavoro e cantierizzazione, sia nel ciclo di vita dell’edificio.
Ferrari, Federico; Sasso, Daniele Felice
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
142-475-1-PB.pdf

accesso aperto

Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.5 MB
Formato Adobe PDF
1.5 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2365783
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact