Nella popolazione italiana è stato stimato che nel 2010 vi fossero circa 2.600.000 persone in vita dopo una diagnosi di tumore. Si può ipotizzare che nel 2015 siano circa 3.000.000, il 4,9% della popolazione italiana. Nel 2015, in Italia le donne che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di tumore della mammella sono 692.955, con un aumento del 19% rispetto al 2010. Un aumento simile (+21%) è emerso per il numero di italiani (427.562) che vivono nel 2015 dopo una diagnosi di tumore del colon retto. Nell’anno appena trascorso si stima siano stati diagnosticati 363.000 casi di tumore maligno (esclusi quelli della cute), di cui oltre 194.000 (54%) fra gli uomini e 169.000 (46%) fra le donne. Per la prima volta anche il numero assoluto sembra essere in leggero calo, specie nei maschi, rispetto all’anno precedente. Tenendo conto dell’invecchiamento della popolazione (ovvero analizzando il tasso standardizzato per età), l’incidenza dei tumori è in calo tra gli uomini (-2,8% l’anno nel periodo 2006-2010) e sostanzialmente stabile tra le donne. La mortalità per tumori mostra un andamento in costante e regolare calo negli ultimi dieci anni sia nei maschi (-1,3%/anno) sia nelle femmine (-0,8%/anno).

Italia 2015: 3 milioni di italiani vivono dopo una diagnosi di tumore, incidenza e mortalità sono in calo [Italy 2015: 3 million Italians are living after a cancer diagnosis, both incidence and mortality are decreasing]

Ferretti, S.
Membro del Collaboration Group
2016

Abstract

Nella popolazione italiana è stato stimato che nel 2010 vi fossero circa 2.600.000 persone in vita dopo una diagnosi di tumore. Si può ipotizzare che nel 2015 siano circa 3.000.000, il 4,9% della popolazione italiana. Nel 2015, in Italia le donne che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di tumore della mammella sono 692.955, con un aumento del 19% rispetto al 2010. Un aumento simile (+21%) è emerso per il numero di italiani (427.562) che vivono nel 2015 dopo una diagnosi di tumore del colon retto. Nell’anno appena trascorso si stima siano stati diagnosticati 363.000 casi di tumore maligno (esclusi quelli della cute), di cui oltre 194.000 (54%) fra gli uomini e 169.000 (46%) fra le donne. Per la prima volta anche il numero assoluto sembra essere in leggero calo, specie nei maschi, rispetto all’anno precedente. Tenendo conto dell’invecchiamento della popolazione (ovvero analizzando il tasso standardizzato per età), l’incidenza dei tumori è in calo tra gli uomini (-2,8% l’anno nel periodo 2006-2010) e sostanzialmente stabile tra le donne. La mortalità per tumori mostra un andamento in costante e regolare calo negli ultimi dieci anni sia nei maschi (-1,3%/anno) sia nelle femmine (-0,8%/anno).
Airtum, Working Group; Crocetti, E; Guzzinati, S; Buzzoni, C; Dal Maso, L; Ferretti, S.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2365479
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact