L’articolo, traendo spunto da un’ordinanza del TAR Campania che rimette alla Corte costituzionale la questione di legittimità dell’art. 9 del TU Edilizia (d.p.r. 380/2001), offre alcune considerazioni in materia di c.d. zone bianche, principio di salvaguardia del territorio non pianificato e tutela dello ius aedificandi, sotto il peculiare profilo dell’inerzia della pubblica amministrazione nell’esercizio dei poteri pianificatori e delle legittime aspettative dei privati proprietari. La trattazione è condotta attraverso una preliminare disamina della giurisprudenza della Corte EDU. SOMMARIO: 1. Premessa. – 2. Lo strano caso degli insediamenti produttivi: dall’art. 4 della l. n. 10/1977 all’art. 9 del d.p.r. n. 380/2001. – 2.1. La teoria del doppio limite. – 2.2. La teoria dei limiti alternativi. 3. Zone bianche e legislazione regionale: cedevolezza delle norme statali di dettaglio, standards urbanistici e principio di salvaguardia. – 4. Il principio dell’indennizzabilità dei fondi soggetti al regime delle zone bianche. – 3.1. L’esclusione dell’obbligo di indennizzo nella giurisprudenza italiana. – 3.2. La sussistenza dell’obbligo di indennizzo nella giurisprudenza della Corte EDU. – 4. Alcune considerazioni conclusive.

Tutela dello ius aedificandi e salvaguardia del territorio non pianificato di nuovo all’attenzione della Corte costituzionale

DE DONNO, Marzia
2015

Abstract

L’articolo, traendo spunto da un’ordinanza del TAR Campania che rimette alla Corte costituzionale la questione di legittimità dell’art. 9 del TU Edilizia (d.p.r. 380/2001), offre alcune considerazioni in materia di c.d. zone bianche, principio di salvaguardia del territorio non pianificato e tutela dello ius aedificandi, sotto il peculiare profilo dell’inerzia della pubblica amministrazione nell’esercizio dei poteri pianificatori e delle legittime aspettative dei privati proprietari. La trattazione è condotta attraverso una preliminare disamina della giurisprudenza della Corte EDU. SOMMARIO: 1. Premessa. – 2. Lo strano caso degli insediamenti produttivi: dall’art. 4 della l. n. 10/1977 all’art. 9 del d.p.r. n. 380/2001. – 2.1. La teoria del doppio limite. – 2.2. La teoria dei limiti alternativi. 3. Zone bianche e legislazione regionale: cedevolezza delle norme statali di dettaglio, standards urbanistici e principio di salvaguardia. – 4. Il principio dell’indennizzabilità dei fondi soggetti al regime delle zone bianche. – 3.1. L’esclusione dell’obbligo di indennizzo nella giurisprudenza italiana. – 3.2. La sussistenza dell’obbligo di indennizzo nella giurisprudenza della Corte EDU. – 4. Alcune considerazioni conclusive.
DE DONNO, Marzia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2364687
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact