The aim of this article is to analyse the relation between the “place” destined to heating, the use of surrounding spaces, the building envelope stratification for plant integration and the users’ habits deeply influenced by the quality and the position of the source of heat. The attention is pointed towards the period ranging mainly from the Nineteenth Century to today, through a synthetic but emblematic panorama of the plant systems belonging to the past, with hints to their future development perspectives. What arises is a recent evolutionary framework, for the achievement of internal environmental comfort, where the “fire” increasingly tends to chase and envelope the man, in a different way from the time in which man was used to adjust his position and carry out his activities around the precious heating source. Following this logic, heat production leaves the chimney and enters specific places (thermal power plants) which spread heat with articulated ducts throughout the entire building, delivering it progressively from localised to distributed plant terminals, that can even affect entire architectural surfaces. These transformations effectively modify both building user’s behaviour and envelope configuration, in relation to its plants integration capabilities.

Si intende analizzare, in un arco temporale che va principalmente dall’Ottocento ad oggi, attraverso un sintetico, ma emblematico panorama dei sistemi impiantistici del passato e con cenni alle loro prospettive di evoluzione futura, il rapporto che si è creato tra il “luogo” dedicato al riscaldamento, l’uso dello spazio che lo circonda, la stratificazione dell’involucro per l’integrazione impiantistica e le abitudini di vita dell’utente, fortemente condizionate dalla qualità e localizzazione della fonte termica. Ne emerge un quadro evolutivo recente, per il raggiungimento del comfort ambientale interno, in cui è il “fuoco” che tende sempre più ad inseguire l’uomo e ad avvolgerlo, a differenza del passato dove egli aveva adattato la propria posizione e la concentrazione delle sue attività intorno alla preziosa fonte di calore. In questa logica la produzione termica esce dal camino ed entra in luoghi dedicati alla produzione del calore (centrali termiche), che viene poi diffuso con articolate canalizzazioni a tutto l’edificio e viene erogato passando sempre più da terminali puntuali a quelli maggiormente distribuiti e che arrivano fino ad interessare intere superfici architettoniche. Con queste trasformazioni cambiano dunque significativamente sia i comportamenti dell’utente all’interno dell’edificio, sia le configurazioni dell’involucro edilizio e la sua capacità di integrazione impiantistica.

From the man who lives around the "fire" to the source of heat that surrounds and follows him

CALZOLARI, Marta;DAVOLI, Pietromaria
2016

Abstract

Si intende analizzare, in un arco temporale che va principalmente dall’Ottocento ad oggi, attraverso un sintetico, ma emblematico panorama dei sistemi impiantistici del passato e con cenni alle loro prospettive di evoluzione futura, il rapporto che si è creato tra il “luogo” dedicato al riscaldamento, l’uso dello spazio che lo circonda, la stratificazione dell’involucro per l’integrazione impiantistica e le abitudini di vita dell’utente, fortemente condizionate dalla qualità e localizzazione della fonte termica. Ne emerge un quadro evolutivo recente, per il raggiungimento del comfort ambientale interno, in cui è il “fuoco” che tende sempre più ad inseguire l’uomo e ad avvolgerlo, a differenza del passato dove egli aveva adattato la propria posizione e la concentrazione delle sue attività intorno alla preziosa fonte di calore. In questa logica la produzione termica esce dal camino ed entra in luoghi dedicati alla produzione del calore (centrali termiche), che viene poi diffuso con articolate canalizzazioni a tutto l’edificio e viene erogato passando sempre più da terminali puntuali a quelli maggiormente distribuiti e che arrivano fino ad interessare intere superfici architettoniche. Con queste trasformazioni cambiano dunque significativamente sia i comportamenti dell’utente all’interno dell’edificio, sia le configurazioni dell’involucro edilizio e la sua capacità di integrazione impiantistica.
Calzolari, Marta; Davoli, Pietromaria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2364363
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact