In this study, the effect of brief heat treatments within the 650-850 °C range on stress corrosion cracking susceptibility (SCC) of LDX 2101 was investigated. Slow Strain Rate Tests (SSRT) were conducted in the standard solution NACE TM-0177 in the absence and presence of 10-4 M Na2S2O3, at 25 °C and pH 2.7. In the absence of thiosulphates, the alloy was characterized by a high SCC resistance, with the exception of the alloy heat treated at 750 °C for 30 min. Instead, the addition of thiosulphate determined an increase in SCC susceptibility of both annealed and heat treated samples. This effect became stronger with the increase in aging temperature.

Questa ricerca ha riguardato l’effetto di trattamenti termici di breve durata, fra 650 e 850 °C, sulla resistenza alla Stress Corrosion Cracking (SCC) dell’acciaio LDX 2101. Prove di trazione a bassa velocità di deformazione (Slow Strain Rate, SSR) sono state eseguite sui campioni, prima e dopo il trattamento termico, nella soluzione standard NACE TM-0177 a 25 °C e pH 2.7, con e senza l’aggiunta di tiosolfato 10-4 M. In presenza di soli cloruri, la lega ha mostrato un’alta resistenza alla SCC anche dopo trattamento termico, con eccezione del campione trattato 30 min a 750 °C. La presenza di tiosolfato, invece, determina un aumento della suscettibilità alla SCC sia del campione solubilizzato che di quelli trattati termicamente. Tale effetto diventa rilevante all’aumentare della temperatura di trattamento.

INFLUENZA DELLA SENSIBILIZZAZIONE SUL COMPORTAMENTO ALLA CORROSIONE SOTTO TENSIONE DELL’ACCIAIO LDX 2101.

ZANOTTO, Federica;GRASSI, Vincenzo;ZUCCHI, Fabrizio;MERLIN, Mattia;BALBO, Andrea;MONTICELLI, Cecilia
2016

Abstract

Questa ricerca ha riguardato l’effetto di trattamenti termici di breve durata, fra 650 e 850 °C, sulla resistenza alla Stress Corrosion Cracking (SCC) dell’acciaio LDX 2101. Prove di trazione a bassa velocità di deformazione (Slow Strain Rate, SSR) sono state eseguite sui campioni, prima e dopo il trattamento termico, nella soluzione standard NACE TM-0177 a 25 °C e pH 2.7, con e senza l’aggiunta di tiosolfato 10-4 M. In presenza di soli cloruri, la lega ha mostrato un’alta resistenza alla SCC anche dopo trattamento termico, con eccezione del campione trattato 30 min a 750 °C. La presenza di tiosolfato, invece, determina un aumento della suscettibilità alla SCC sia del campione solubilizzato che di quelli trattati termicamente. Tale effetto diventa rilevante all’aumentare della temperatura di trattamento.
Zanotto, Federica; Grassi, Vincenzo; Zucchi, Fabrizio; Merlin, Mattia; Balbo, Andrea; Monticelli, Cecilia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2363876
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact