Editoriale. Dopo il referendum: un'interpretazione del voto e alcune ipotesi di lavoro