Sin dal VI sec. a. C. molte delle merci e prodotti disponibili in Roma giungono attraverso la via d’acqua del Tevere. S’intuiscono, conseguentemente, le motivazioni che conducono il Senato alla decisione di fondare – fra il 338 e il 317 a. C., secondo la datazione avanzata da Guido Calza – la prima colonia romana alla foce del Tevere, con ruolo strategico di controllo del traffico fluviale, che prenderà il nome di Ostia.

Il grande cantiere imperiale di Ostia

ACOCELLA, Alfonso
2016

Abstract

Sin dal VI sec. a. C. molte delle merci e prodotti disponibili in Roma giungono attraverso la via d’acqua del Tevere. S’intuiscono, conseguentemente, le motivazioni che conducono il Senato alla decisione di fondare – fra il 338 e il 317 a. C., secondo la datazione avanzata da Guido Calza – la prima colonia romana alla foce del Tevere, con ruolo strategico di controllo del traffico fluviale, che prenderà il nome di Ostia.
Acocella, Alfonso
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2362916
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact